Brusaferro: «Natale un'opportunità per abbassare i contagi. Con 5-6mila casi al giorno saremmo più sicuri»

Coronavirus a Natale, Brusaferro: «Un'opportunità per abbassare i contagi. Con 5-6mila casi al giorno saremmo più sicuri»

Per avere un gennaio sereno, dovremo abbassare i casi giornalieri di contagio da coronavirus al massimo a 5-6mila: l'obiettivo è questo. Lo ha detto il presidente dell'Istituto superiore di sanità Silvio Brusaferro, che in un'intervista a Repubblica parla delle feste di Natale e le definisce «un'opportunità molto importante per abbassare ulteriormente la curva dei contagi. L'obiettivo è arrivare a 50 casi per 100mila abitanti in una settimana, circa 5-6mila al giorno. Ora siamo poco sotto 200».

 

Leggi anche > Italia zona rossa, nel Governo è scontro sul lockdown di Natale

 

«Raggiunta quella soglia, - aggiunge - potremo garantire in tutto il Paese il tracciamento sistematico per ciascun nuovo contagiato. Se riusciamo ad abbassare ancora la curva affronteremo il nuovo anno in modo più sicuro». Le scuole superiori riusciranno ad aprire a gennaio? «Va premesso che le scuole sono una priorità - rileva - sono state messe in campo una serie di misure, ed è in corso un lavoro a livello locale sulla mobilità; bisogna organizzare afflussi e deflussi da scuola per ridurre l'affollamento dei trasporti nelle ore di punta». 

 

 

«Il messaggio è uno - osserva - dobbiamo stare il più possibile a casa con i nostri conviventi e limitare mobilità e aggregazioni. Siamo in fase di mitigazione e sono necessarie misure sociali. Più i provvedimenti sono restrittivi, più il numero dei casi e l'Rt si riducono rapidamente, cosa per noi fondamentale oggi ma anche e soprattutto in prospettiva futura». 


Ultimo aggiornamento: Giovedì 17 Dicembre 2020, 10:39
© RIPRODUZIONE RISERVATA