Covid, Le Foche ottimista: «Molto improbabile che il virus riparta, la normalità è vicina»

Covid, Le Foche ottimista: «Molto improbabile che il virus riparta, la normalità è vicina»

Il Covid potrebbe essere ormai quasi alle spalle. A dare un'ottimistica previsione della pandemia è l’immunologo Francesco Le Foche che in un'intervista a Il Corriere della Sera spiega che la percentuale sempre più alta di vaccinati permetterà di riaprire tutto in sicurezza senza il rischio di nuove ondate.

 

Leggi anche > Green Pass, stop a ferie e contributi a chi è senza. Un app per controllarlo negli uffici

 

Le Foche ha spiegato che con questa tendenza è molto improbabile che riparta il contagio: «Gli italiani sono stati responsabili, attenti alle regole e il servizio sanitario nazionale, grazie all’abnegazione di medici, infermieri e di tutti gli altri operatori, ha retto all’onda d’urto della pandemia. In più abbiamo vaccini e terapie. Come monoclonali e farmaci antivirali».

 

Quando gli viene chiesto il motivo per cui non si ascolta chi teme il vaccino poi risponde: «Non vedo regole punitive. Ma un diritto alla salute, bene superiore per tutti. Dove c’è scetticismo per il vaccino la mortalità e ancora alta». Ribadisce poi l'importanza della terza dose anche se la situazione sembra ormai gestibile spiegando: «Non abbiamo ancora una terapia definitiva. Ed è meglio prevenire che curare». 

 

Le Foche ribadisce poi l'importanza della vaccinazione nelle donne in gravidanza e spiega che a breve potrebbe arrivare l'autorizzazione anche per vaccinare i bambini dai 5 agli 11 anni.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 13 Ottobre 2021, 13:58
© RIPRODUZIONE RISERVATA