Covid, il nuovo decreto: addio zone gialle, arriva lo sblocco dei concorsi
di Silvia Natella

Covid, il nuovo decreto nel pomeriggio: addio zone gialle, arriva lo sblocco dei concorsi

Attesa per il nuovo decreto anti Covid che probabilmente sarà varato oggi pomeriggio durante il consiglio dei ministri a Palazzo Chigi e che sarà in vigore fino a fine aprile. Tra le novità è previsto un meccanismo per allentare le misure restrittive in relazione ai dati dei contagi in miglioramento, ma non si conoscono ancora i parametri che saranno adottati per farlo scattare. Nel nuovo decreto legge ci sarà anche lo sblocco di tutti i concorsi nella Pubblica Amministrazione. 

 

Leggi anche > Covid, vaccinata in Basilicata a 108 anni la donna più anziana d'Italia: «Grazie a tutti»

 

Decreto anti-Covid, riaperture e viaggi

Al vaglio ci sono le ipotesi riaperture per scuole, bar e ristoranti dopo Pasqua. Si valuta, inoltre, l'obbligo vaccinale per gli operatori sanitari con sospensioni o stop allo stipendio in caso di rifiuto. Per quanto riguarda i viaggi all'estero, la nuova ordinanza del ministro della Salute Roberto Speranza prevede tamponi tamponi in partenza e all'arrivo e quarantena di 5 giorni per i Paesi europei. 

 

Decreto anti-Covid, niente zone gialle

Infine, niente zone gialle, stop agli spostamenti tra le regioni, coprifuoco alle 22 e ritorno in classe in zona rossa. Le zone gialle non torneranno dopo che gli esperti del Comitato tecnico scientifico hanno sottolineato, in più di un verbale, che le misure previste per quelle zone hanno dimostrato «una capacità di contenere l'aumento dell'incidenza ma non la capacità di ridurla». L'Italia sarà dunque tutta rossa o arancione fino a fine mese. Su questo, tuttavia, è in corso un confronto  nella maggioranza.

 

Decreto anti-Covid, proroga stop agli spostamenti

Di sicuro dal 7 di aprile non si tornerà a spostarsi tra le regioni. Il divieto verrà prolungato e la mobilità sarà consentita solo per motivi di salute, necessità e urgenza. Si potrà inoltre sempre raggiungere la propria residenza, domicilio o abitazione, nelle quale rientrano anche le seconde case, comprese quelle in zona rossa. A patto che siano di proprietà o in affitto con un contratto lungo firmato prima del 14 gennaio. La verifica per valutare l'eventuale allentamento delle misure sarà a metà aprile. Il decreto legge entrerà in vigore dal 7 aprile.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 31 Marzo 2021, 15:16
© RIPRODUZIONE RISERVATA