Coronavirus, la polizia non controlla chi esce di casa: attenti alla fake news

Attenti alla fake news sul Coronavirus: la polizia non controlla chi esce di casa, non c'è nessun divieto
Il nuovo decreto firmato ieri sera dal premier Giuseppe Conte per far fronte all'epidemia di coronavirus comprende misure più stringenti per quanto riguarda i controlli e gli spostamenti. Ma oltre al virus, si propagano nelle ultime ore anche le fake news: tra le altre, una che parrebbe provenire dal Viminale, ma che in realtà non ha nulla di vero.

Leggi anche > Coronavirus, il nuovo decreto: supermercati saranno sempre aperti, garantito approvigionamento alimentare
 Coronavirus, gli aggiornamenti in diretta


Una falsa comunicazione dal sito ufficiale del Ministero dell'Interno parla infatti di «controlli di polizia per chi esce di casa senza motivi di lavoro salute o per necessità», di «possibili denunce contro chi, come i malati, esce senza motivi di necessità» e dell'avvio di «voli di trasporto dalle terapie intensive lombarde a quelle di altre regioni». Ma in realtà è tutto falso: per uscire di casa non c'è alcun divieto.
È lo stesso Viminale ad informare in un tweet che «nessun comunicato è stato diffuso sul sito del ministero dell'Interno su controlli di polizia», si tratta quindi dell'ennesima fake news sul Coronavirus. Nella serata di ieri, dopo l'annuncio del premier Conte, in tantissimi si erano riversati nei supermercati notturni a fare la spesa, temendo che oggi sarebbero stati chiusi per sempre: ma serve calma e tranquillità. Ognuno può uscire liberamente e fare la spesa, perché i supermercati sono aperti, a patto ovviamente di rispettare le già citate norme di sicurezza.
Ultimo aggiornamento: Martedì 10 Marzo 2020, 10:54
© RIPRODUZIONE RISERVATA