Coronavirus, sindaco-soccorritore del 118 mostra la situazione a Bari: «Il virus esiste e fa male»
di Alessia Strinati

Coronavirus, sindaco-soccorritore del 118 mostra la situazione a Bari: «Il virus esiste e fa male»

Stremato alla fine di un turno di lavoro. Il sindaco di  Cellamare, comune di poco meno di 6mila abitanti in provincia di Bari, Gianluca Vurchio, è uno dei soccorritori del 118 e ha voluto mostrare sul suo profilo Facebook quella che è la situazione nel suo territorio.

 

Leggi anche > Il premier Conte: «Curva in crescita in modo preoccupante. Mai detto di essere fuori dal pericolo»

 

Vestito con tutti i dispositivi di sicurezza, avvolto da una tuta bianca, è stato immortalato mentre siede stremato dentro un'ambulanza nella quale aveva appena trasportato un paziente. «Sfinito, dopo un turno di lavoro. Stremante. Questo sono io. Ma questa foto rappresenta tutti gli operatori sanitari che quotidianamente sono in trincea», scrive nella didascalia che accompagna la foto, «Oggi è stata una giornata difficile, davvero.
Ho visto gente soffrire, ho trasportato pazienti critici, ho scrutato in loro e nei loro parenti il dolore e la paura di non farcela o di non riveder mai più il proprio caro», continua.

 

Il messaggio che vuole lanciare Vurchio è rivolto a tutta Italia, non solo alla sua Regione, e vuole dire a tutti che la malattia non è meno pericolosa della scorsa primavera, che fa ancora tanta paura e uccide. «Il virus esiste, per davvero. E fa male, molto male. Mettiamo la mascherina, facciamo attenzione. Proteggiamoci noi e proteggeremo anche gli altri», conclude. 

 

 


Ultimo aggiornamento: Giovedì 29 Ottobre 2020, 11:37
© RIPRODUZIONE RISERVATA