Coronavirus, Roberto Burioni 'corregge' Matteo Salvini: «L’idrossiclorichina è inefficace contro il Covid-19»

Coronavirus, Roberto Burioni 'corregge' Matteo Salvini: «L’idrossiclorichina è inefficace contro il Covid-19»

Il virologo Roberto Burioni 'corregge' Matteo Salvini. Lo scienziato famoso per aver messo in guardia dal contagio da coronavirus prima dello scoppio della pandemia, dallo studio di 'Che tempo che fa', ha pubblicato un tweet smentendo quanto scritto, sempre sui social network, dal leader della Lega su alcuni farmaci. «Segnalo all'On. Salvini che le evidenze scientifiche sono concordi nel dimostrare la non efficacia della idrossiclorochina nella cura di Covid-19», spiega Burioni.

 

Leggi anche > Coronavirus in Italia, record di contagi: sono 19.143 con 91 morti. Tre regioni con oltre duemila casi

 

«Non esistono - continua - prove solide (nonostante studi internazionali su decine di migliaia di pazienti) riguardo all'efficacia del plasma». Con questo tweet Roberto Burioni replica a Matteo Salvini che scrive: «Altra proposta concreta e costruttiva al governo: il rischio concreto è l’intasamento degli ospedali, per evitarlo l’Agenzia italiana del farmaco deve riattivare il protocollo di cura domiciliare con l’utilizzo di idrossiclorochina o antinfiammatori idonei sospeso».

 

 


Ultimo aggiornamento: Venerdì 23 Ottobre 2020, 22:37
© RIPRODUZIONE RISERVATA