Coronavirus, Ricciardi: «Rallenta aumento, misure funzionano»

Coronavirus, Ricciardi: «Rallenta aumento, misure funzionano. “Plateau” di un mese, poi si potrà riaprire»

«Quello che sta succedendo è un rallentamento dell'aumento» dei contagi da Covid-19 «e l'esperienza ci dice che quando questo succede c'è un appiattimento, quindi c'è un plateau che dura un mese, un mese e mezzo. Dobbiamo perseverare, dipende da noi». Lo ha spiegato Walter Ricciardi, consigliere del ministro della Salute Roberto Speranza per l'emergenza coronavirus e docente di Igiene all'università Cattolica di Roma, oggi ad “Agorà” su Rai 3.

Leggi anche > Riaperture di Natale, orari prolungati per i negozi. Bar e ristoranti anche di sera

 

«Le misure - ha evidenziato - stanno funzionando perché sono differenziate in funzione delle diverse situazioni epidemiologiche. Quindi abbiamo invertito in qualche modo l'aumento non la curva dell'epidemia. Dobbiamo aspettarci adesso un appiattimento. Quando ci sarà la diminuzione potremo parlare di riaperture o di ritorno a una situazione di maggiore normalità».

 

C'è il rischio di una terza ondata di Covid-19 in Italia, se si allentano le misure per esempio sotto Natale? «Sì e questo sarebbe insostenibile per i nostri ospedali. In questo momento la pressione in tutta Italia sugli ospedali è terribile». Lo ha evidenziato Walter Ricciardi, consigliere del ministro della Salute Roberto Speranza per l'emergenza coronavirus e docente di Igiene all'università Cattolica di Roma, oggi ad 'Agorà' su Rai 3. «Do solo un dato per far capire la pressione sugli operatori: soltanto questo mese si sono contagiati in 27mila fra medici e infermieri: 900 al giorno», ha riferito Ricciardi. «È chiaro che, se continua, questa pressione non solo rende impossibile curare i pazienti, ma sguarnisce anche la prima linea, perché per quanto tu ti possa proteggere i pazienti li devi assistere, e spesso succede che abbassi la guardia».

 

 

 

 


Ultimo aggiornamento: Lunedì 23 Novembre 2020, 09:07
© RIPRODUZIONE RISERVATA