Coronavirus, la quarantena resta di 14 giorni: il Cts rimanda la decisione
di Alessia Strinati

Coronavirus, la quarantena resta di 14 giorni: il Cts rimanda la decisione

La quarantena per il coronavirus resta di 14 giorni. Il governo sta valutando se abbassare a 7 il periodo di isolamento per escludere il contagio da covid-19, ma il comitato scientifico per ora ha rimandato la decisione sostenendo che potrebbe essere un tempo troppo breve e potrebbe comportare troppi rischi per la salute pubblica. 

Leggi anche > Coronavirus in Italia, 1.229 nuovi casi positivi con 80mila tamponi. Nove decessi, terapie intensive sopra 200

A scatenare il dibattito è stato uno studio francese che sostiene che si possa ridurre il periodo di isolamento, ma la teoria degli scienziati d'oltralpe non convince quelli italiani. I tecnici della Protezione Civile, guidati da Agostino Miozzo, hanno deciso di approfondire, per ora però nulla cambia. Contraria alla riduzione del periodo di isolamento è anche l'Oms, a maggior ragione che in molti paesi si sta affrontando la riapertura delle scuole che potrebbe comportare un nuovo aumento dei contagi.

Molti infettivologi concordano con il fatto che il periodo di isolamento è molto lungo, dovuto spesso all'impossibilità di fare tamponi. La proposta è di fare più test rapidi in modo da avere risposte veloci ed evitare lunghe quarantene. Sul tavolo del dibattito per il Cts c'è anche la questione del doppio tampone e della capienza massima nei treni che potrebbe essere estesa all'80%. 
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 16 Settembre 2020, 11:03
© RIPRODUZIONE RISERVATA