Coronavirus, caso sospetto a Roma: è uno degli italiani rimpatriati da Wuhan. Trasferito allo Spallanzani

video
Su uno degli italiani rientrati da Wuhan e attualmente alla Cecchignola in osservazione, sono in corso accertamenti per la positività al coronavirus: lo ha appreso l'agenzia ANSA. Le analisi condotte sui tamponi nell'ambito delle misure di controllo definite per i 56 italiani rimpatriati dalla Cina, ed attualmente in isolamento nella «città militare» della Cecchignola a Roma, hanno evidenziato questa mattina un sospetto di coronavirus 2019-nCoV.

Leggi anche > Coronavirus, nave da crociera in quarantena: 35 italiani a bordo

 
 

L'italiano è stato trasferito all'ospedale Spallanzani di Roma e sarà sottoposto ad accertamenti. «L'Ares 118 ha portato a termine il trasporto in biocontenimento con la Centrale operativa di Roma», precisa in una nota l'assessore alla Sanità e l'Integrazione sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D'Amato. Allo Spallanzani sono attualmente ricoverati in terapia intensiva i due turisti cinesi trovati positivi al test, che sono finora gli unici due casi di coronavirus in Italia.

Nelle prossime ore verrà diffuso dal'ospedale Spallanzani un bollettino con l'esito del test sull'italiano, in quarantena alla Cecchignola, trasportato nell'ospedale romano. «All'esito delle valutazioni cliniche sul connazionale giunto nel primo pomeriggio dalla Cecchignola seguirà nelle prossime ore un aggiornamento del bollettino medico», comunica la Direzione Sanitaria dell'Istituto Nazionale per le Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani.

Ultimo aggiornamento: Giovedì 6 Febbraio 2020, 15:34
© RIPRODUZIONE RISERVATA