Coronavirus, oggi altre 41 vittime. I morti salgono a 148, 3296 i contagiati. Guarite 414 persone

Coronavirus, oggi altre 41 vittime. I morti salgono a 148, 3296 i contagiati. Guarite 414 persone

In Italia sono 41 i morti di oggi da Coronavirus, le vittime salgono a 148. Il bilancio dei contagiati sale a 3296 in tutte le regioni, con un aumento di 590 unità in più rispetto a ieri. I guariti sono 414, 138 in più rispetto a ieri. Lo ha detto il commissario della Protezione Civile Angelo Borrelli nel consueto bollettino delle 18. Le vittime hanno un'età tra i 66 e i 94 anni, si tratta di persone «fragili con patologie pregresse»

Sono 351 i ricoverati in terapia intensiva, pari al 10% dei casi positivi. Sono 1.155 i pazienti con sintomi lievi in isolamento domiciliare e 1.790 i ricoverati con sintomi. In ogni caso, secondo Borrelli, «non ci sono criticità nei nostri ospedali, compresi quelli della Lombardia che sono oberati di lavoroIl piano di potenziamento delle terapie intensive e sub intensive»

Leggi anche > Coronavirus, c'è il primo morto a Roma: è un uomo di 70 anni. Era ricoverato al San Giovanni

Dei 3.296 malati per il coronavirus, l'85% si trova nelle tre regioni nelle quali si sono diffusi i primi contagi: Lombardia, Emilia Romagna e Veneto. Nella sola Lombardia c'è il 54% dei malati, con un aumento dei casi in un giorno di 280 (da 1.497 a 1.777); in Emilia gli ammalati sono invece il 20% del totale e in Veneto l'11%.

Dai dati della Protezione Civile emerge che sono 1.777 i malati in Lombardia, 658 in Emilia Romagna, 380 in Veneto, 106 in Piemonte, 120 nelle Marche, 45 in Campania, 21 in Liguria, 60 in Toscana, 41 nel Lazio, 21 in Friuli Venezia Giulia, 16 in Sicilia, 12 in Puglia, 8 in Abruzzo, 7 in Trentino, 7 in Molise, 9 in Umbria, 1 in provincia di Bolzano, 2 in Calabria, 2 in Sardegna, uno in Basilicata, e 2 Valle d'Aosta. Le vittime sono 98 in Lombardia (25 in più di ieri), 30 in Emilia Romagna (+8), 10 in Veneto (+4), 4 nelle Marche, 3 in Liguria (+2) e uno in Puglia.

Leggi anche > Coronavirus, aggiornamenti in diretta

Complessivamente sono finora 3.858 i contagiati totali dal coronavirus, comprese le vittime e le persone guarite. Quanto ai tamponi, ne sono stati eseguiti 32.362, dei quali oltre oltre 27mila in Lombardia, Emilia Romagna e Veneto.

È arrivato anche l'appello da parte del presidente dell'Istituto superiore di Sanità Silvio Brusaferro che ha voluto sottolineare l'importanza del rispetto delle raccomandazioni per il contenimento del virus. «Le misure di contenimento sono importanti e il nostro governo le sta adottando ma è anche importante come noi ci comportiamo», ha detto Brusaferro, e che quindi è fondamentale che «ognuno di noi non si senta immune dalla possibilità di infezione ma si senta coinvolto dalle misure che ne riducono la circolazione. Solo questo ci può aiutare a rallentare questa curva». «Il dato più importante è l'incremento della Lombardia di 280 unità, siamo arrivati a 1777 casi, pari al 54% del totale», ha spiegato Borrelli sottolineando che però non ci sono criticità negli ospedali e che non sono arrivate richieste di posti in terapia intensiva in altre regioni.

Leggi anche > Coronavirus, neonata contagiata a Brescia: è il secondo caso. «In isolamento, sta bene»​

«In Emilia Romagna abbiamo 142 contagiati in più con un totale di 658 persone pari al 20 % del totale, in Veneto un aumento di 35 per un totale di 380 persone affette da coronavirus, l'11% del totale», ha spiegato Borrelli. Intanto il lavoro della Protezione civile prosegue. «Abbiamo incrementato il numero delle tende pre triage davanti agli ospedali che adesso sono 361 - ha detto il commissario - Sono invece 2269 gli uomini in campo, suddivisi tra dipartimento, forze armate e forze di polizia e volontari di protezione civile».

LOMBARDIA: OGGI 25 VITTIME

«I casi positivi di Coronavirus in Lombardia a oggi sono 2251, i ricoverati 1169 e quelli in terapia intensiva 244, mentre sono 364 le persone in isolamento domiciliare».  Lo ha detto l'assessore al welfare della Regione Lombardia, Giulio Gallera nel corso della quotidiana conferenza stampa a Palazzo Lombardia per fare il punto sull'emergenza sanitaria da Covid-2019.

«Crescono i guariti, 376, 126 in più in un giorno - aggiunge Gallera - ma crescono purtroppo anche i deceduti che, in Lombardia, sono arrivati a quota 98, 25 casi tra ieri e oggi. Si tratta tutte di persone di una certa età, con compromissioni cardiologiche o altre patologie, molte provenienti dalla zona rossa del Lodigiano e qualcuna della Bergamasca».
Ultimo aggiornamento: Venerdì 6 Marzo 2020, 07:36
© RIPRODUZIONE RISERVATA