Coronavirus in Italia, altri 793 morti. I positivi sono 42.681: record in Lombardia

Coronavirus in Italia, il bilancio di morti e contagi del 21 marzo 2020. Le vittime sono 793 in una sola giornata. Sono presenti 42.681 i malati di coronavirus in Italia, con un aggiornamento rispetto a ieri di 4.821. Il numero complessivo dei contagiati - comprese le vittime ei guariti - ha raggiunto i 53.578. Angelo Borrelli nella conferenza stampa alla Protezione civile. Ieri i malati in più erano stati 4.670.

Coronavirus, tutto quello che sappiamo finora. Ecco tutte le info utili 




«Bisogna limitare gli spostamenti ma ci sono esigenze che vanno assicurate. Non garantiamo la spesa a domicilio per tutti. Sono state regolate le attività lavorative non essenziali, ma ci sono una serie di filiere come quelle di alimenti e servizi pubblici essenziali, che devono essere garantite. Quelle in atto sono le misure di massa che si può usare. Dopodiché c'è la chiusura totale e il domando come potremmo sostenerci se non useremo una tariffa la spesa e senza alimentari nei supermercati? ». L'ha detto il commissario per l'emergenza Angelo Borrelli .

«È stato organizzato con Alitalia il viaggio per lontano 52 medici cubani che arriveranno domani e partiranno per la Lombardia per gestire l'ospedale da campo a Cremona ».


I dati regione per regione
I casi attualmente positivi sono 15.420 in Lombardia (1.050 in terapia intensiva, 4.295 i guariti), 5.089 in Emilia-Romagna (267 in terapia intensiva, 239 i guariti), 3.677 in Veneto (236 in terapia intensiva, 223 i guariti), 3.244 in Piemonte (280 in terapia intensiva, 8 i guariti), 1.844 nelle Marche (138 in terapia intensiva, 0 i guariti), 1.713 in Toscana (189 in terapia intensiva, 33 i guariti), 1.001 in Liguria (121 in terapia intensiva, 101 i guariti), 912 nel Lazio (47 in terapia intensiva, 53 i guariti), 702 in Campania (41 in terapia intensiva, 30 i guariti), 555 in Friuli Venezia Giulia (32 in terapia intensiva, 63 i guariti), 379 in Sicilia (42 in terapia intensiva, 25 i guariti), 600 nella provincia di Trento (34 in terapia intensiva, 29 i guariti), 530 nella provincia di Bolzano (24 in terapia intensiva, 1 i guariti), 551 in Puglia (31 in terapia intensiva, 4 i guariti), 422 in Abruzzo (48 in terapia intensiva, 10 i guariti), 384 in Umbria (24 in terapia intensiva, 4 i guariti), 39 in Molise (6 in terapia intensiva, 6 i guariti), 288 in Sardegna (15 in terapia intensiva, 3 i guariti), 257 in Valle d'Aosta (9 in terapia intensiva, 0 i guariti), 201 in Calabria (16 in terapia intensiva, 2 i guariti) e 52 in Basilicata (5 in terapia intensiva, 0 i guariti).

 
 


IL TRAGICO BILANCIO DELLA LOMBARDIA
In Lombardia, «i pazienti positivi sono 25.515, 3.251 in più rispetto a ieri, i ricoverati sono 8.258, con un aumento di 523, a cui si aggiungono 1.093 persone riprendere in terapia intensiva, con spazi sempre meno capienti, mentre i decessi sono 3.095, 546 in più ». Sono i numeri resi noti dall'assessore al Welfare della Regione Lombardia Giulio Gallera. Sono 4672 i Covid positivi nella città metropolitana di Milano, 868 più di ieri, 1829 solo nella città di Milano, in crescita di 279 su ieri. «Un dato alto ma inferiore a quello degli ultimi giorni» ha commentato l'assessore Giulio Gallera . «Su Milano la voce dai pronto soccorso evidenzia la stabilità di queste ore» ha detto Gallera , che confida che «i dati necessari a ridursi tra domani e lunedì».
Ultimo aggiornamento: Sabato 21 Marzo 2020, 20:04
© RIPRODUZIONE RISERVATA