Coronavirus, Iss: «Livello di criticità basso in Italia, ma 5 regioni superano Rt1». Ecco quali

L'epidemia di coronavirus in Italia ha un livello di criticità basso ma 5 regioni sono attenzionate perché hanno un indice Rt superiore a 1. Ad analizzare i dati e rassicurare sulla situazione in corso è l'istituto superiose della sanità che comunque ricoda la necessità di mantenere la massima prudenza per arginare i focolai attivi ed evitare che se ne possano diffondere altri.

Leggi anche >Coronavirus, Sileri: «Ancora contagi, lo stato d'emergenza è necessario»
 
 

«Complessivamente il quadro generale della trasmissione e dell'impatto dell'infezione da SARS-CoV-2 in Italia rimane a bassa criticità», spiega l'ISS in una nota, «con una incidenza cumulativa negli ultimi 14 giorni (periodo 22/6-5/7) di 4.3 per 100mila abitanti (in lieve diminuzione). A livello nazionale, si osserva una lieve diminuzione nel numero di nuovi casi diagnosticati e notificati al sistema integrato di sorveglianza coordinato dall'Istituto Superiore di Sanità rispetto alla settimana di monitoraggio precedente, con Rt nazionale inferiore a 1, sebbene lo superi nel suo intervallo di confidenza maggiore».

I focolai evidenziano che l'epidemia non si è conclusa ma i test e gli screening regione per regione consentono di tenere monitorato l'andamento e sotto controllo l'eventuale diffusione. Se a livello nazionale l'indice di contagio è basso, ci sono però regioni che ruperano Rt1 e sono Veneto, Toscana, Emilia Romagna, Lazio e Piemonte. Il valore è sopra la soglia di allerta in Emilia Romagna (1,2, la scorsa settimana era 1,28), Lazio (1,07 contro 1,04 di sette giorni fa), Piemonte (1,06 contro 0,81), Toscana (1,12 contro 0,99) e Veneto (1,2 contro 1,12 di sette giorni fa). Rimane sotto soglia la Lombardia (0,92, la scorsa settimana era a 0,89), e salgono anche Campania (0,88), Marche (0,87) e Liguria (0,82). La Val d'Aosta sale da 0 a 0,06, mentre la Basilicata da 0,05 scende a 0. Ancora basse le altre regioni del Sud, dalla Calabria (0,38) alla Puglia (0,54), passando per Sicilia (0,24) e Sardegna (0,19).
Ultimo aggiornamento: Sabato 11 Luglio 2020, 16:09
© RIPRODUZIONE RISERVATA