Focolai in Emilia-Romagna, «colpa dei giovani tornati dalle vacanze all'estero»

Focolai in Emilia-Romagna, «colpa dei giovani tornati dalle vacanze all'estero»

«I focolai che abbiamo sul territorio sono prevalentemente dovuti a ragazzi giovani che tornano dalle vacanze all'estero, nelle quali probabilmente non hanno avuto le precauzioni dovute o non erano in contesti in cui le precauzioni erano applicate». Lo afferma l'assessore alle Politiche per la salute in Emilia-Romagna, Raffaele Donini, nella nota sui nuovi casi di coronavirus in regione.

«In Europa viviamo una situazione drammatica, in Italia i casi sono aumentati in modo considerevole, in Emilia-Romagna stiamo ancora riuscendo ad esercitare l'azione di contact tracing grazie alla quale i positivi vengono scoperti nell'85% dei casi già in isolamento». L'assessore lancia comunque un appello ai giovani: «Abbiamo focolai anche all'interno della nostra regione, che stiamo ovviamente circoscrivendo. Però è importante ricordare che sia in Italia che all'estero si deve mantenere il distanziamento o, dove non è possibile, serve l'uso rigoroso della mascherina».
Ultimo aggiornamento: Sabato 8 Agosto 2020, 17:52
© RIPRODUZIONE RISERVATA