Coronavirus fase 2, Zaia: «Chiudere le regioni? È il Sud contro il Nord»

Coronavirus fase 2, Zaia: «Chiudere regioni? È il Sud contro il Nord»

Coronavirus, il tema della politica di questi giorni è la fase due. Scontro che diventa durissimo oggi dopo l'intervento del governatore del Veneto Luca Zaia che mette in campo l'argomento dello scontro fra regioni. «Se alcuni presidenti chiudono i confini regionali allora fanno loro l'autonomia, non è Nord contro Sud, è Sud contro Nord. Mettetevi nei panni - ha aggiunto Zaia - di un cittadino che sale in treno. Se si chiudono i confini regionali verranno tutti soppressi, il Frecciarossa sarà fermo, nessun tipo di trasporto verrà autorizzato, che proposta è? Se poi c'è qualcuno che vuole preservare un'area delicata, ad altissima popolosità o con persone a rischio, è comprensibile, ma se dicono che chiudono i confini regionali mi dicano come fare. E io non ho mai firmato ordinanze per chiudere».

Leggi anche > Coronavirus, Brusaferro: «Come sarà la nostra vita quotidiana? Dimentichiamoci strade e mezzi pubblici affollati»

Zaia: serve un nuovo dpcm

«Se c'è un'anteprima della fase due si dovrà consolidare con un nuovo Dpcm, che autorizzi nuovi codici Ateco». Lo ha sottolineato il presidente del Veneto Luca Zaia. «Speravo - ha aggiunto - che ci fosse qualche segnale su questo limbo che ci separa dal 4 maggio, spero che arrivi prima, dopodiché credo che il 4 maggio sarà la deadline oltre la quale usciranno i provvedimenti per le riaperture».


Ultimo aggiornamento: Domenica 19 Aprile 2020, 14:06
© RIPRODUZIONE RISERVATA