Fase 2, ipotesi allentamento misure: negozi 11 maggio, bar e ristoranti 18

Virus e Fase 2, governo allenta misure: negozi 11 maggio, bar e ristoranti 18

Un allentamento della stretta, ma non uno stravolgimento delle misure di contenimento del Covid-19. È quanto trapela da fonti di Palazzo Chigi dopo una giornata di riunioni intense che va tuttora avanti. Il piano messo a punto dalla task force guidata da Vittorio Colao, alla base della fase due, «prevede una ripartenza sempre all'insegna della massima cautela, nella consapevolezza che si dovrà sempre tenere sotto controllo la curva epidemiologica e non farsi trovare impreparati in caso di una possibile risalita. Il piano - sottolineano le fonti - prevede un allentamento delle misure restrittive, ma non uno stravolgimento».

Coronavirus, fase 2 al via: ecco il piano del governo, pronto l'annuncio

La premessa, si spiega, è che sono ipotesi sulle quali si sta ragionando e che ancora «non ci sono date definite, l'unica cosa certa è che negozi e ristoranti non riaprono il 4 maggio». Ma, secondo quanto si apprende da fonti ministeriali, si sta ragionando sulla possibilità di procedere con aperture graduali nel corso del mese di maggio. Ad esempio, sui negozi una data possibile per la riapertura potrebbe essere quella dell'11 maggio, mentre bar e ristornati dovrebbero attendere fino alla settimana successiva. 
 


«Sarà fondamentale» per avviare la fase due che segnerà l'inizio della fine del lockdown «rafforzare il protocollo di sicurezza sui luoghi di lavoro già approvato nel marzo scorso e completare queste prescrizioni anche con riferimento alle attività del trasporto e della logistica». È quanto trapela da fonti di Palazzo Chigi, dopo una giornata fitta di riunioni sulla ripartenza. In corso, ora, l'incontro tra il governo e gli enti locali sulla fase due.

 
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 22 Aprile 2020, 21:40
© RIPRODUZIONE RISERVATA