Coronavirus, denuncia il vicino di casa e gli manda i carabinieri: «Sono più di 6»

Coronavirus, denuncia il vicino di casa e gli manda i carabinieri: «Sono più di 6»

«Il mio vicino sta dando una festa e sono più di 6 persone». Prima o poi doveva succedere, ed è successo. A Vinovo, alle porte di Torino, un uomo ha chiamato i carabinieri denunciando il vicino di casa che stava tenendo una festa nella sua abitazione con un numero di persone superiore a quello disposto dal nuovo Dpcm. 

 

Leggi anche > Nuovo Dpcm, i nodi critici: movida, bar e ristoranti, palestre e piscine. A scuola ingressi scaglionati, smart working al 75%

 

Il primo delatore della seconda ondata però deve essere rimasto deluso. All'arrivo dei carabinieiri però i militari hanno accertato che in casa c'erano effettivamente 6 persone e che tutto si stava svolgendo secondo le regole, visto che i partecipanti erano dotati persino di mascherina, per questo non è stata fatta alcuna sanzione, come riporta La Stampa. L'intervento dei militari sul posto ha permesso di appurare che non si trattava di un alloggio privato, ma di un bar all'interno di un centro commerciale, e che nel locale era tutto in regola. Le persone sedute nel dehors erano distanziate con tanto di mascherina.

Le misure per cercare di arginare il Coronavirus sono sempre più restrittive, non solo in abito privato e familiare, ma anche e soprattutto nel pubblico. Sono in arrivo nuove restrizioni che potrebbero portare all'instaurazione di un coprifuoco, alla limitazione di alcune attività e alla chiusura di altre.

 

 

 


Ultimo aggiornamento: Domenica 18 Ottobre 2020, 14:17
© RIPRODUZIONE RISERVATA