Coronavirus a Chi l'ha Visto, nello studio c'è il pubblico: «Costretti a rilasciare una certificazione»

Coronavirus a Chi l'ha Visto, nello studio c'è il pubblico: «Costretti a rilasciare una certificazione»

A Chi l'ha Visto? si affronta il problema Coronavirus. La conduttrice Federica Sciarelli inizia la puntata spiegando che le persone del pubblico sono riuscite a entrare nello studio ma sono state costrette a rilasciare un'autocertificazione in cui dichiarano di non venire dal Nord e dalla cosiddetta Zona Rossa. Gli stessi inviati documentano tutto dalle automobili e facendo interviste al telefono. Il tutto per preservare l'azienda.

Leggi anche > Coronavirus, evacuata la sala della Regione Lombardia: tampone per un tecnico dell'unità di crisi

«Secondo le direttive questi posti dovrebbero essere inaccessibili. Tutto sta alla volontà delle persone», raccontano gli inviati denunciando scarsi controlli. In collegamento c'è anche la corrispondente Rai dalla Cina Giovanna Botteri. Federica Sciarelli ricorda che l'Italia ha bloccato i voli diretti dalla Cina, ma che le direttive si potevano aggirare facendo scalo altrove. Un italiano rientrato da Wuhan racconta che anche nella città cinese sono riusciti a fuggire. «Tra poco non potremo partire noi per la Cina», sottolinea la conduttrice. 

La trasmissione di Rai Tre ha scelto di non rinunciare al pubblico come hanno fatto molte trasmissioni. Quelle registrate a Milano non hanno potuto fare a meno di adottare questa misura di prevenzione. 
 
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 26 Febbraio 2020, 23:41
© RIPRODUZIONE RISERVATA