Un caso sospetto in Calabria: è una donna di 36 anni rientrata dalla Cina. Italiani da Wuhan alla "Cecchignola"

Coronavirus in Calabria, caso sospetto: una donna di 36 anni rientrata dalla Cina. Italiani da Wuhan alla "Cecchignola"

Un caso sospetto di Coronavirus in Calabria. C'é un caso sospetto di coronavirus in Calabria. Riguarda una donna di 36 anni che era tornata ieri dalla Cina facendo tappa a Vienna e rientrando poi in aereo in Italia, con tappa a Roma e trasferimento successivo a Lamezia. La donna, che vive a Roma insieme a due fratelli, si é sentita male mentre era a casa insieme ai familiari, a Taurianova, nel reggino, manifestando i primi sintomi del sospetto virus con febbre e tosse. Attualmente é ricoverata nel Grande ospedale metropolitano di Reggio Calabria.

Leggi anche > Coronavirus, test negativi sui due passeggeri cinesi ma stop agli imbarchi. La nave stasera non parte da Civitavecchia

I familiari della donna, dopo che la trentaseienne ha manifestato i primi sintomi del possibile virus, hanno contattato il medico di famiglia che ha attivato la procedura prevista dal protocollo, chiamando il 118 che l'ha trasferita nell'ospedale di Reggio Calabria dove é stata ricoverata nel reparto di malattie infettive. La paziente é stata posta subito in quarantena in attesa dell'esito degli esami cui é stata sottoposta per la conferma o meno dell'eventuale patologia. In caso positivo la donna sarà trasferita nell'istituto «Spallanzani» di Roma. Le autorità sanitarie hanno informato la Prefettura di Reggio Calabria, che segue con particolarmente attenzione l'evolversi della situazione.

Il luogo dove dovrebbero essere posti in quarantena gli italiani provenienti da Wuhan, secondo quanto appreso dall'ANSA, è una caserma situata all'interno della «città militare» della Cecchignola, alla periferia sud di Roma. I tecnici delle amministrazioni coinvolte hanno individuato una struttura nel grande comprensorio militare ed in queste ore si sta accertando l'effettiva idoneità allo scopo.

Ultimo aggiornamento: Giovedì 30 Gennaio 2020, 22:02
© RIPRODUZIONE RISERVATA