Coronavirus, bollettino Spallanzani: l'italiano sta bene, i due cinesi ancora in terapia intensiva

Coronavirus, bollettino Spallanzani: l'italiano sta bene, i due cinesi ancora in terapia intensiva

Coronavirus, l'istituto Spallanzani ha pubblicato il suo bollettino quotidiano per spiegare le ultime novità sulla condizione dei due turisti cinesi ricoverati ormai da qualche giorno, sull'italiano trovato positivo dopo il suo rimpatrio da Wuhan, e sugli altri ricoverati. «Il cittadino italiano, trasferito giorni fa dalla struttura dedicata della Città Militare della Cecchignola e con infezione confermata da nuovo coronavirus, continua ad essere in buone condizioni generali», scrivono i medici. 

Leggi anche > Neonata di 4 mesi dimessa dall'ospedale: è la paziente più giovane a guarire

«La coppia di cittadini cinesi provenienti dalla città di Wuhan, positivi al test del nuovo coronavirus, è tuttora ricoverata in terapia intensiva
», si legge nel bollettino. I due cinesi «presentano entrambi un lieve miglioramento delle condizioni generali. In maniera particolare, il paziente maschio presenta una riduzione del supporto respiratorio, con partecipazione attiva alla respirazione. La prognosi resta riservata». Quanto agli altri turisti cinesi che si trovavano con loro, «continua la quarantena per le 20 persone che sono state contatti primari».

Leggi anche > Ragazza cinese insultata al ristorante: «Mandatela via, ci infettano»

«Sono stati valutati, ad oggi, presso la nostra accettazione 58 pazienti sottoposti al test per la ricerca del nuovo coronavirus. Di questi, 46, risultati negativi al test, sono stati dimessi. Tredici pazienti sono tutt'ora ricoverati», conclude il bollettino. «Tre - è specificato - sono casi confermati (la coppia cinese attualmente in terapia intensiva ed il giovane proveniente dal sito della Cecchignola), 9 sono pazienti sottoposti a test per la ricerca del nuovo coronavirus in attesa di risultato. Un solo paziente rimane comunque ricoverato per altri motivi clinici».

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 12 Febbraio 2020, 10:38
© RIPRODUZIONE RISERVATA