Coronavirus, 260 morti e 2.324 casi in più: calano i guariti, aumentano i positivi MAPPA

Video
di Simone Pierini
In Italia altre 260 persone sono morte per conseguenze derivate dal coronavirusIeri il dato era di 415. È quanto ha diramato il dipartimento della Protezione civile nel bollettino giornaliero di oggi domenica 26 aprile. 

Se cala il numero di vittime giornaliere torna però a salire il numero di persone attualmente malate in Italia. Sono infatti 256 in più in seguito ai 2.324 casi positivi al Covid-19 registrati (in equilibrio rispetto a 24 ore fa) ma a fronte di un ingente calo del numero di guariti, oggi 1.808 contro i 2.622 di ieri. Continua la flessione del numero di pazienti in terapia intensiva (meno 93) e dei ricoverati con sintomi (meno 161). 
 
 

Leggero aumento in Lombardia con 920 casi in più registrati oggi  Sono 56 i morti con il totale che ha raggiunto quota 13.325. I dimessi sono invece 890, scende ancora il numero di pazienti in terapia intensiva, ora 706 contro i 724 di ieri (18 in meno) e i ricoverati con sintomi, 8 in meno, che ora sono 8.481. Meno casi rispetto a ieri in Piemonte che tuttavia si conferma la seconda regione più colpita d'Italia. Sono 394 i positivi registrati e 56 i morti. 




IL BOLLETTINO DI OGGI

casi Covid-19 accertati in Italia dall'inizio dell'emergenza sono ora 197.675 (2.324 in più rispetto a ieri), di cui 26.644 morti e 64.928 guariti, 1.808 nelle ultime ventiquattro ore. Il numero di attualmente positivi nel nostro Paese è di 106.103 persone, ieri era di 105.847, un aumento di 256 unità. 

tamponi effettuati fino ad oggi sono 1.757.659, nell'ultimo giorno 49.916 (Ieri erano 65.387). Ufficializzato anche il numero di persone realmente sottoposto al test che sono 1.210.639. Ricordiamo che ogni persona può essere sottoposta a più di un tampone. 

Sono 2.009 i malati in terapia intensiva, 93 in meno rispetto a ieri. Di questi, 706 sono in Lombardia (-18). I ricoverati con sintomi sono 21.372, 161 in meno rispetto a ieri, e 82.722 (+510) sono quelli in isolamento domiciliare. 
Ultimo aggiornamento: Domenica 26 Aprile 2020, 18:09
© RIPRODUZIONE RISERVATA