Coronavirus, 369 morti in più ma è caos con i dati della Lombardia: conteggiati ancora 152 decessi di aprile
di Simone Pierini

Coronavirus, 369 morti in più ma è caos con i dati della Lombardia: conteggiati ancora 152 decessi di aprile

In Italia altre 369 persone sono morte per conseguenze derivate dal coronavirus con il totale che arriva a 29.684. Ieri il dato era di 236. È quanto ha diramato il dipartimento della Protezione civile nel bollettino di oggi mercoledì 6 maggio. Ma, come ha avuto modo di verificare Leggo questa sera, il dato di 369 vittime è frutto di un ricalcolo dovuto al conteggio di persone decedute lo scorso mese in Lombardia. Non essendo queste persone morte in ospedale, il loro conteggio viene tenuto in un archivio diverso, che non viene aggiornato in maniera quotidiana. Il numero di decessi avvenuto nelle ultime 24 ore in Lombardia è pertanto di 70,  è quindi di  deceduti in Italia è di 220 morti.

Leggi anche > Coronavirus, nel Lazio 81 nuovi positivi e 4 morti: a Roma 25 casi. Oltre duemila guariti

Anche per quanto riguarda il numero dei nuovi positivi c'è un'altra importante precisazione dalla Regione Lombardia: il numero così alto di guariti, rispetto a ieri, è dovuto a un aggiornamento del dato e fa riferimento a guariti nelle giornate precedenti e non solo a ieri. Sono infatti oltre 8mila i guariti o dimessi in più rispetto al conteggio di ieri e quasi settemila in meno le persone attualmente positive nel nostro Paese che oggi ammontano a 93.245. 

Leggi anche > Coronavirus, in Lombardia 222 morti e 764 nuovi positivi. 29 persone in meno in terapia intensiva

Risale il numero di nuovi casi giornalieri, 1.444 in più rispetto ai poco più di mille di ieri (ma anche in questo caso 130 sono frutto di un ricalcolo della Lombardia), ma cresce anche il numero di tamponi, tornato sopra quota 60mila. Cospicuo calo nel numero di letti occupati in terapia intensiva, 97 in meno, e nei ricoverati con sintomi, 501 in meno. 

Guardando le regioni nel dettaglio il quadro è piuttosto simile alle 24 ore precedenti. Oltre alla Lombardia, che registra 634 casi positivi in più, solo Piemonte e Emilia Romagna si mantengono sopra i cento giornalieri. In otto invece restano sotto i dieci positivi in più: Molise, Basilicata, Calabria, Valle d'Aosta, Sardegna, Umbria, Bolzano e Friuli Venezia Giulia. 

Zero morti in Molise, Basilicata, Valle d'Aosta, Sardegna, Umbria e Bolzano. Uno in Calabria. Sopra i dieci morti in 24 ore solo Lombardia, Piemonte, Emilia Romagna, Veneto e Liguria.  

IL BOLLETTINO DI OGGI

I casi Covid-19 in Italia dall'inizio dell'emergenza sono ora 214.457 (1.444 in più rispetto a ieri), di cui 29.684 morti e 93.245 guariti, 8.014 nelle ultime ventiquattro ore. Il numero di attualmente positivi nel nostro Paese è di 91.528 persone, ieri era di 98.467, un diminuzione di 6.939 unità. 

tamponi effettuati fino ad oggi sono 2.310.929, 64.263 nell'ultimo giorno. Il numero di persone realmente sottoposte al test sono 1.549.892, 37.771 nelle ultime 24 ore. Ricordiamo che ogni persona può essere sottoposta a più di un tampone. 

Sono 1.333 i malati in terapia intensiva, 94 in meno rispetto a ieri. Di questi, 480 sono in Lombardia (-29). I ricoverati con sintomi sono 15.769, 501 in meno rispetto a ieri, e 74.426 (-6.344) sono quelli in isolamento domiciliare. 

Nel dettaglio, i casi attualmente positivi sono 31.753 in Lombardia, 14.858 in Piemonte, 8.391 in Emilia-Romagna, 6.789 in Veneto, 5.088 in Toscana, 4.433 nel Lazio, 3.306 in Liguria, 3.236 nelle Marche, 2.903 in Puglia, 2.340 in Campania, 2.201 in Sicilia, 1.791 in Abruzzo, 982 nella Provincia autonoma di Trento, 962 in Friuli Venezia Giulia, 644 in Calabria, 623 in Sardegna, 579 nella Provincia autonoma di Bolzano, 179 in Molise, 172 in Basilicata, 171 in Umbria e 127 in Valle d’Aosta.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 7 Maggio 2020, 08:20
© RIPRODUZIONE RISERVATA