Coronavirus, Bassetti invita tutti a fare il vaccino contro l'influenza ma scatena l'ira dei follower negazionisti

Coronavirus, Bassetti invita tutti a fare il vaccino contro l'influenza ma scatena l'ira dei follower

Matteo Bassetti, l'infettivologo dell'Università di Genova diventato molto noto negli ultimi mesi, invita tutti a fare il vaccino contro l'influenza stagionale per fronteggiare l'emergenza coronavirus ma scatena l'ira dei  follower no vax o negazionisti

Leggi anche > Reinfezioni da coronavirus, tutto ciò che c'è da sapere senza farsi prendere dal panico

L'infettivologo genovese, negli ultimi mesi, si era mostrato piuttosto ottimista rispetto a molti suoi colleghi, essendo tra i primi sostenere che vi fosse in atto un'attenuazione del fattore patologico nel contagio da Sars-CoV-2. Proprio in virtù di queste posizioni decisamente "ottimiste", non erano mancate polemiche a distanza con alcuni colleghi più 'pessimisti', ma di fatto sulla pagina Facebook del professor Matteo Bassetti avevano iniziato a comparire tantissimi utenti, 'scettici' per non dire 'negazionisti' del virus.

Una popolarità, quella dell'infettivologo, accresciuta anche con la partecipazione al controverso convegno in Senato, a cui avevano partecipato, tra gli altri, Matteo Salvini, Armando Siri, Andrea Bocelli, Vittorio Sgarbi, Alberto Zangrillo, Giulio Tarro, Maria Rita Gismondo.

In un post pubblicato sulla propria pagina Facebook, il professor Matteo Bassetti aveva invitato tutti a sottoporsi al vaccino contro l'influenza, in modo da contrastare la diffusione del coronavirus: «Oltre a rendere più difficile la diagnosi dei medici perché i sintomi sono molto simili, l'influenza potrebbe aggravare il quadro clinico del Covid. Occorre anche potenziare i test per la diagnosi dell'influenza e di tutti gli altri patogeni in causa nelle infezione respiratorie». Nel post viene anche condiviso uno studio che mostra le criticità della combinazione Covid-influenza stagionale, ma alcuni utenti Novax, che fino a pochi giorni fa si mostravano accondiscendenti con il professor Matteo Bassetti, si sono resi protagonisti di una vera e propria rivolta social.

«Anche lei con questo vaccino? Che delusione, pensavo che ci desse consigli su come rafforzare il sistema immunitario. A mai più rivederci» - i vari commenti al post - «Mi dispiace, non sono d'accordo con lei, è incredibile: lei è troppo bravo per scrivere queste cose».
E ancora: «Ci sta dicendo che siamo stati in lockdown per un virus che non si riesce a distinguere dall'influenza?», «Col cavolo che mi faccio il vaccino, lascio la mia dose ad altri e tolgo il like alla pagina», «Il mio vaccino si chiama estratto secco rosa canina vitamina d in gocce naturali echinacea in macerato glicerico tre volte al giorno», «A Bergamo e a Brescia c'era il record di vaccinazioni contro l'influenza», e «Ma quale vaccino? Da 15 anni si fa il vaccino antinfluenzale ma l'influenza non mi sembra che si sia estinta, o sbaglio? Chiedo per un amico... Stranamente al Sud, dove il vaccino non lo fa nessuno, non è successo nulla... Chissà perché...». E si tratta solo di alcuni esempi, a fronte di oltre 1900 commenti di utenti inferociti dopo essersi sentiti 'traditi'.


Ultimo aggiornamento: Martedì 1 Settembre 2020, 22:33
© RIPRODUZIONE RISERVATA