Sfera Ebbasta, la verità sul video all'Autogrill con il ragazzo dello spray

Il rapper Sfera Ebbasta, per bocca del suo agente, smentisce categoricamente di aver incontrato e di aver avuto contatti con i criminali di Corinaldo nella notte della tragedia.

Corinaldo, uno degli indagati in video con Sfera Ebbasta

In merito ai numerosi servizi apparsi e relativi al video che ritrae Di Puorto, attualmente indagato per la tragedia di Corinaldo, con Sfera all'autogrill, Pablo Miguel Lombroni Capalbo, per tutti Shablo, manager di Sfera Ebbasta e di altri artisti, «smentisce categoricamente che il video sia relativo alla notte tra il 7 e l'8 dicembre. L'episodio ripreso nel video su cui Sfera ha già espresso una sua opinione, è avvenuto in un'altra giornata che non è possibile collocare nel tempo, considerato il numero di foto e video che Sfera concede. L'artista, da sempre spinto da un sentimento di riconoscenza, si mostra sempre estremamente disponibile con le centinaia di fan che lo fermano tutti i giorni, per fare foto video e autografi».

«Shablo, come Sfera - si legge ancora nella nota dell'entourage dell'artista - hanno appreso dai media di una intercettazione in cui i due “mostri” dicevano di aver incontrato Sfera all'autogrill. Ma la cosa non risulta in nessun modo a nessuno di coloro che quella sera erano con lui. Sfera non conosce ne ha avuto mai contatti, con i criminali che quella sera hanno utilizzato lo spray e ha già espresso un secco pensiero in merito: “L'idea di aver incontrato uno di quei pezzi di m**** mi fa davvero schifo”».
Shablo si associa a Sfera: «Sono stati presi e questa è l'unica cosa importante».
Ultimo aggiornamento: Giovedì 8 Agosto 2019, 11:13
© RIPRODUZIONE RISERVATA