Congo, i funerali di Vittorio Iacovacci: le campane accolgono il feretro. In centinaia per l'addio al carabiniere

Congo, i funerali di Vittorio Iacovacci: le campane accolgono il feretro. In centinaia per l'addio al carabiniere

Oggi è il giorno dei funerali di Vittorio Iacovacci, il carabiniere ucciso in Congo in un'imboscata insieme all'ambasciatore italiano nel Paese africano, Luca Attanasio. A Sonnino, in provincia di Latina, il paese dove era nato il militare, è giornata di lutto con le bandiere a mezz'asta: diverse le iniziative del Comune per rendere omaggio al giovane, cnhe doveva sposarsi quest'estate.

 

Luca Attanasio, la moglie accusa: «Tradito e venduto da qualcuno vicino alla nostra famiglia»

 

Scortata dai carabinieri, la salma di Vittorio Iacovacci ha lasciato l'abitazione della vittima per raggiungere l'Abbazia di Fossanova, dove si stanno ora celebrando le esequie. In strada, lungo l'intero tragitto, tanta gente per l'ultimo saluto tra i tricolori ovunque. Le campane hanno accolto l'arrivo del feretro di Iacovacci nell'Abbazia di Fossanova. Intonata la Virgo Fidelis, la bara è avvolta dal tricolore. Ad attendere il feretro centinaia di cittadini con in mano rose rosse e palloncini verdi bianchi e rossi pronti per esser liberati in cielo. 

 

 

 

«Ci sarà il vescovo di Latina Mariano Crociata, insieme ad alcuni sindaci della provincia, rappresentanti dell'Arma dei carabinieri ed europarlamentari. All'interno dell'abbazia potranno esserci al massimo un centinaio di persone, il resto parteciperà dall'esterno», aveva spiegato il sindaco di Sonnino Luciano De Angelis. L'uccisione del carabiniere trentenne, in procinto di sposarsi, ha scosso profondamente la comunità sonninese che si è stretta attorno alla famiglia. Oggi dalle 14.30 alle 15.30, in concomitanza con le esequie, è previsto che le attività restino chiuse.


Ultimo aggiornamento: Venerdì 26 Febbraio 2021, 15:39
© RIPRODUZIONE RISERVATA