Clochard carbonizzato, i due ragazzini lo fecero per noia. E il 13enne diceva: «Sogno di ammazzare una persona»
di Domenico Zurlo

Clochard carbonizzato, i due ragazzini lo fecero per noia. E il 13enne diceva: «Sogno di ammazzare una persona»

Lo hanno fatto per noia. Ahmed Fdil, clochard marocchino 64enne soprannominato ‘il Baffo’, morto carbonizzato lo scorso 13 dicembre in una cittadina del veronese, Santa Maria a Zevio, è stato ucciso da due ragazzini annoiati. La famiglia di Ahmed da mesi chiede giustizia, e oggi il Corriere del Veneto rivela come i due minorenni accusati, di 13 e 17 anni, abbiano ammesso di dare spesso fastidio al clochard, per noia appunto.

«Era uno scherzo»: dal 13enne prime ammissioni, ma non è imputabile



Non volevano ucciderlo, ma solo fingere di farlo: ma l’auto in cui stava dormendo, prese fuoco, togliendogli la vita in modo tragico. Inizialmente i carabinieri pensarono a un incidente, ma col passare del tempo le indagini hanno poi indicato quei due ragazzini che lo tormentavano: uno, 13 anni, non è nemmeno imputabile. L’ammissione, da parte dei due, poi la ricostruzione: lanciarono nell’auto dei fazzoletti di carta ai quali avevano dato fuoco. Il maggiore dei due, un 17enne, è finito in una struttura protetta, e ora il pm ha chiesto per lui il giudizio immediato.

Clochard multata di 200 euro: «Infastidiva i negozianti». E sui social è polemica contro il sindaco

Tra accuse reciproche e responsabilità rimbalzate, a far pensare sono alcune intercettazioni tra i due ragazzini, con frasi abbastanza eloquenti: il tredicenne afferma di volersi fare un tatuaggio, «qualcosa con significato, non che sia a caso… Voglio la morte in faccia». Il 17enne gli ribatte: «Ti faccio vedere il Baffo, così ti ricordi che hai ammazzato un barbone». Poi la frase choc: «Quando eravamo dal kebabbaro cosa mi hai detto? "Ho realizzato il mio sogno di ammazzare una persona"». E il 13enne gli ribatte: «Il mio sogno era di ammazzare un gatto».
Giovedì 14 Giugno 2018 - Ultimo aggiornamento: 12:55
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME