Claudia Gerini: «No al vaccino, ancora troppo sperimentale. Meglio il tampone»
di Elena Benelli

Claudia Gerini: «No al vaccino, ancora troppo sperimentale. Meglio il tampone»

Claudia Gerini attendista sul vaccino anti Covid: «Non è che io sia contraria, ma sono molto timorosa. È un vaccino d'emergenza, e siccome anche in gravidanza ho avuto dei problemi per quanto riguarda le trombosi, devo stare molto attenta».

 

Ospite dell'ultima giornata del Filming Italy Sardegna Festival che si conclude oggi (25 luglio 2021) al Forte Village di Santa Margherita di Pula, l'attrice romana puntualizza:  «Mia figlia diciassettenne l'ha fatto, ma io ho tantissimi timori. Bisogna fare tanti esami prima di farsi inoculare una cosa così. La Food and Drug Administration l'ha approvato in emergenza visto che non c'è una cura. Speriamo che piano piano si scoprano delle cure».



Di fronte alla misura del green pass obbligatorio, imposta dal governo a partire dal 5 agosto prossimo, osserva: «Non sono sicura che il green pass sarà per sempre, ho dei dubbi. Ma in ogni caso adesso, se ho dei problemi, non entrerò nei teatri o nei posti al chiuso, che altro devo fare».

 

Oppure, conclure l'attrice e produttrice "farò i tamponi, quello non è un problema. Ormai è un anno che li facciamo, sono stata su tanti set. Meglio quello che un rischio così.
Ma non voglio influenzare nessuno".

 


Ultimo aggiornamento: Lunedì 26 Luglio 2021, 15:18
© RIPRODUZIONE RISERVATA