Cittadinanza italiana a Patrick Zaki, Mario Draghi: «Iniziativa parlamentare, il governo non è coinvolto». Amnesty: «Brutto segnale»

Cittadinanza italiana a Patrick Zaki, Mario Draghi: «Iniziativa parlamentare, il governo non è coinvolto». Amnesty: «Brutto segnale»

Il presidente del Consiglio Mario Draghi interviene in merito alla questione della concessione della cittadinanza italiana a Patrick Zaki, lo studente egiziano arrestato ormai più di un anno fa.  «È un'iniziativa parlamentare in cui il governo al momento non è coinvolto», ha affermato il premier in conferenza stampa. Per Amnesty International Italia le parole sono il segno che «il governo si tira indietro e si tratta di un brutto segnale».

 

Leggi anche > Draghi riapre l'Italia: «Priorità alle attività all'aperto, fiducia al ministro Speranza». Dal 26 tornano zone gialle

 

L'esecutivo nega dunque un coinvolgimento nella proposta di cittadinanza italiana a Patrick Zaki. «Il governo al Senato si è impegnato. Con tutte le riserve del caso, ma si è impegnato. Se l'esecutivo si tira indietro dopo due giorni, è un brutto segnale francamente», ha affermato Riccardo Noury, portavoce dell'organizzazione.


Ultimo aggiornamento: Venerdì 16 Aprile 2021, 18:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA