Ciro Grillo e gli amici preoccupati per le foto e i video. Nelle intercettazioni: «Ci ha denunciato»

Ciro Grillo e gli amici preoccupati per le foto e i video. Nelle intercettazioni: «Ci ha denunciato»

Emergono nuovi dettagli sulla vicenda giudiziaria che ha coinvolto Ciro Grillo e i suoi amici dopo le accuse di stupro da parte di una 19enne. La procura ha rinviato a giudizio i 4 ragazzi per l'udienza fissata il prossimo 25 giugno, ma intanto emergono delle intercettazioni che mostrano i giovani preoccupati in merito a quello che è successo quella notte.

 

Leggi anche > Ibiza, due italiani feriti in una sparatoria durante una festa: grave 29enne. «Lite per motivi di gelosia»

 

Un mese dopo i fatti i giovani sono stati convocati nella caserma di Quarto a Genova per il sequestro dei telefoni cellulari. In quell'occasione furono messi in attesa in una saletta dove ci sarebbero state delle microspie e da quanto emerso i ragazzi sarebbero sembrati molto preoccupati. Ciro Grillo e i suoi amici avrebbero detto: «Ho paura che quella ci ha denunciato», mostrando una certa apprensione per i video e le foto della sera incriminata.

 

Nei giorni precedenti i tre avrebbero avuto un fitto scambio di messaggi, in cui si parlava spesso di "tre contro uno". I ragazzi sono accusati di aver fatto ubriacare la 19enne e di aver poi abusato di lei, facendole foto e video. I quattro amici hanno sempre smentito, parlando di rapporti consensienti. Su loro pende però anche un'altra accusa nei confronti dell'amica della giovane stuprata. La seconda ragazza, che avrebbe dormito sul divano per tutta la notte, sarebbe stata fotografata nel sonno, a sua insaputa.


Ultimo aggiornamento: Domenica 6 Giugno 2021, 15:53
© RIPRODUZIONE RISERVATA