Ciro Grillo e l'accusa di stupro, un bacio con la ragazza in un video presentato dalla difesa

Ciro Grillo e l'accusa di stupro, un bacio con la ragazza in un video presentato dalla difesa

Il filmato, di 30 secondi, mostrato anche alla trasmissione di Rete 4 'Controcorrente'

Un video di 30 secondi in cui si nota un bacio tra Ciro Grillo e la ragazza che accusa il gruppo di amici di violenza sessuale di gruppo. Sarebbe questa una delle prove della difesa del figlio di Beppe Grillo per dimostrare che la giovane fosse consenziente.

 

Leggi anche > Va alle Canarie a trovare il fratello e festeggiare i suoi 18 anni: Luca si tuffa dalla scogliera e muore

 

Ciro Grillo, il bacio con la ragazza in discoteca

Era il 17 luglio 2019 quando, al Billionaire di Porto Cervo, Ciro Grillo e i suoi tre amici (Francesco Corsiglia, Edoardo Capitta e Vittorio Lauria) avevano conosciuto Silvia e un'amica, due ragazze milanesi, grazie ad un amico in comune. Dopo aver brindato ad un tavolo da 12, il figlio di Beppe Grillo e la ragazza che lo aveva accusato di stupro si erano ritrovati da soli al tavolo. I due tentano più volte un approccio, salvo poi desistere, e dal filmato, che dura 30 secondi ed era stato girato dal fratellastro di Ciro Grillo, Francesco Scarnecchia, non si capisce bene chi sia tra i due giovani a fare la prima mossa.

 

Le immagini, mandate anche in onda dalla trasmissione Controcorrente su Rete 4, mostrano la ragazza tentare di baciare Ciro Grillo, che però si allontana. Quando il ragazzo prova allora a darle un bacio, è la ragazza a scostarsi. Il figlio di Beppe Grillo aveva parlato per la prima volta di quel bacio nel settembre 2019, durante il primo interrogatorio, e pochi giorni dopo la difesa aveva presentato quel filmato.
Anche Alex, l'amico in comune che aveva fatto conoscere le due ragazze al gruppo di amici, aveva dichiarato: «A un certo punto mi sono girato e ho visto non in pista, ma nel privé, che Ciro Grillo e S. si baciavano, erano soli nel privé». Una versione confermata anche da Vittorio Lauria: «Vidi S. e Ciro baciarsi in discoteca».

 

Ciro Grillo, le accuse delle due ragazze

Quella serata al Billionaire è diventata uno dei temi centrali nei verbali dell'inchiesta. R., l'amica di Silvia, aveva spiegato: «Durante la serata ho notato che un po' tutti i ragazzi si avvicinavano a lei. Io sono più riservata e lei è più estroversa, all'interno del locale nessuno si è avvicinato a me». La stessa ragazza parla poi del bacio tra l'amica e Ciro Grillo: «Mentre ero in pista mi sono voltata verso il tavolo e ho visto Ciro e S. da soli seduti su un divanetto, che si baciavano, in particolare ho visto che il bacio è partito da S. e che dopo pochissimo S. si staccava, non mi è sembrato lo respingesse in maniera brusca, ma, comunque, conoscendola, mi è sembrato dal suo atteggiamento che non corrispondesse l'interesse verso Ciro; ho visto che dopo questo gesto S. è rimasta comunque seduta sul divano accanto a Ciro e che parlavano».

 

 

Ciro Grillo, la reazione della ragazza dopo il presunto stupro

Nel corso della trasmissione condotta da Veronica Gentili su Rete4 sono stati trasmessi alcuni file audio inediti, trovati nel cellulare di Silvia e risalenti alla fine di luglio 2019, circa quindici giorni dopo la presunta violenza sessuale di gruppo.

 

La ragazza stava organizzando una vacanza in Brasile con Leonardo, un ragazzo che aveva appena iniziato a frequentare, ma aveva dovuto desistere dopo che la madre le aveva sconsigliato di partire. La giovane aveva appena denunciato l'accaduto e ad un'amica diceva: «Sono felice di dire di no, del fatto che non andrò in Brasile, anche mamma adesso sta continuando a dire di non andare». Poco dopo, però, Silvia sembrava aver cambiato idea: «Mi dispiace dire di no, che palle, anche perché un po' ho voglia, ovviamente ho voglia, però, dall'altra parte non mi sento di andare». E infine: «Nel senso, semmai dico: "Sono successe cose personali e non me la sento di andare, preferisco stare con la mia famiglia in calma e tranquillità" non lo so, dovrò inventare qualche stronzata, che alla fine è vero non posso raccontare quello che è successo».

 


In un vocale successivo, Silvia spiegava all'amica: «Guarda ti giuro, fossi stato in un altro stato mentale, lui senza ragazza e tutto fosse stata un'estate diversa in poche parole, porca t se ci sarei stata però in queste condizioni mi sento ristretta di non lo so, ho la mia barriera la mia circonferenza di quello che posso fare è troppo ristretta, manco mi riconosco sinceramente sono un po' ammanettata in questo momento e quindi niente prenderò la coca cola, perché giustamente io sono astemia (sogghigna, ndr) e poi, boh, andrò a dormire nel mio lettino singolo a casa mia dicendo ciao ciao».

 

Ciro Grillo, il rapporto controverso tra le due amiche

Ad alimentare il giallo c'è anche il rapporto, molto controverso, tra Silvia e l'amica R., 'rea' di non aver dato peso al racconto della ragazza, sconvolta da quanto era appena accaduto. Silvia si era presentata in lacrime da R., ma questa non avrebbe compreso la gravità del fatto e si sarebbe rimessa a dormire. Dopo la denuncia di Silvia, R. viene interrogata dai carabinieri il 31 luglio e a quel punto scrive all'amica: «Quella sera in Sardegna non ci sono stata per te, ma vorrei spiegarti il mio punto di vista. Non avevo capito bene cosa era successo e non sapevo cosa fare, non riuscivo a pensare chiaramente e volevo solo andarmene da lì e partire con te. Sono pentita, non puoi capire quanto, ho cercato di parlare con te più volte ma tu cambiavi argomento e non volevo forzarti. Scusa tantissimo per tutto, posso solo immaginare come ti senta ora e non sai quanto mi dispiace non esserci stata per te. Ti voglio bene e mi manchi tanto».

 


Il 17 febbraio 2020, davanti ai magistrati, Silvia spiegava: «Questa brutta esperienza mi ha legato ancora di più a R., a Milano è venuto spesso a trovarmi per chiedermi come stavo». Nello stesso interrogatorio, però, qualche minuto dopo afferma l'opposto: «Ora non siamo più amiche. Sono certa di aver detto che ero stata violentata e lei mi aveva ripetuto di non essersi resa conto di ciò che le avevo detto, quando le avevo chiesto perché non fossimo andate via».


Ultimo aggiornamento: Lunedì 8 Novembre 2021, 16:04
© RIPRODUZIONE RISERVATA