Cinema e teatri, meno restrizioni per il Covid: «Sì a capienza all'80%»
di Domenico Zurlo

Cinema e teatri, meno restrizioni per il Covid: «Sì a capienza all'80%»

Sperano anche le discoteche, le decisione a fine mese

Teatri e cinema potranno presto ampliare la loro capienza, con obbligo di Green pass e a piccoli passi: prima al 75-80%, poi al 100%. L'annuncio è arrivato ieri dal sottosegretario alla Salute Andrea Costa, ospite di Un giorno da pecora su Rai Radio1, che ha aperto anche a una nuova valutazione sulle discoteche: la data chiave è alla fine di questo mese. «Il governo ha preso un impegno preciso e il 30 settembre ci sarà una valutazione - ha detto Costa - credo che ci saranno le condizioni per procedere a un ampliamento delle capienze per teatri e cinema. Ci potrebbe essere una tappa intermedia sull'aumento, che può prevedere un 75-80 per cento per poi guardare nelle prossime settimane all'obiettivo del 100%».

 


Insieme a teatri e cinema si valuterà poi una eventuale riapertura delle discoteche, chiuse ormai da oltre un anno per via della pandemia. In questo caso oltre alla riapertura si dovrà discutere anche di un eventuale obbligo di mascherina: «L'importante è creare condizioni per riaprirle», ha detto Costa, secondo cui si potrebbe valutare una capienza del 75%, sempre con obbligo di Green pass. Sulle mascherine invece frena: «Deciderà il Cts, cioè la scienza», ma in generale «il vaccino non esclude la possibilità del contagio, quindi ad oggi il tema di togliere le mascherine al chiuso è un tema da rimandare».

 


Nessuna novità invece, almeno per ora, sugli stadi: i club di Serie A, negli ultimi giorni, hanno insistito sulla necessità di aumentare la capienza - attualmente al 50% - al 100% o almeno al 75. Ultimo in ordine di tempo il presidente del Milan, Paolo Scaroni: «Sono fiducioso che il governo accetti il nostro grido di dolore», le sue parole. «In Inghilterra, Austria, Francia e Spagna sono pieni al 100%: abbiamo degli esempi che dobbiamo seguire».
riproduzione riservata ®


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 22 Settembre 2021, 07:55
© RIPRODUZIONE RISERVATA