Chiara Ugolini, uccisa in casa a 27 anni: Emanuele Impellizzeri non risponde al gip e resta in carcere

Chiara Ugolini, uccisa in casa a 27 anni: Emanuele Impellizzeri non risponde al gip e resta in carcere

Emanuele Impellizzeri, il 38enne fermato per l'omicidio di Chiara Ugolini, si è avvalso della facoltà di non rispondere alle domande del giudice per le indagini preliminari. Convalidato il fermo, l'uomo resta in carcere

 

Leggi anche > Chiara Ugolini, uccisa dal vicino a 27 anni: la ragazza trovata con uno straccio imbevuto di candeggina in bocca

 

L'uomo, che abitava nello stesso condominio della vittima, a Calmasino di Bardolino (Verona), era stato fermato domenica sera dalla polizia mentre fuggiva in moto sulla A1, all'altezza di Impruneta (Firenze). Impellizzeri questa mattina è comparso davanti al gip del tribunale fiorentino, Angela Fantechi, per l'interrogatorio di convalida del fermo, ma, secondo quanto si apprende, non avrebbe risposto al giudice.

 

 

 

 

Il gip di Firenze, Angela Fantechi, ha poi convalidato il fermo e disposto la misura cautelare in carcere per Emanuele Impellizzeri. Il gip inoltre si è dichiarato incompetente per territorio e quindi trasmetterà gli atti al tribunale di Verona dove un altro gip deciderà se confermare o meno il provvedimento fiorentino.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 9 Settembre 2021, 18:21
© RIPRODUZIONE RISERVATA