Filma la moglie mentre sta morendo per 8 minuti e non chiama i soccorsi, la famiglia di Sara a Chi l'ha Visto: «Forse è stata avvelenata»
di Silvia Natella

Filma la moglie mentre sta morendo per 8 minuti e non chiama i soccorsi, la famiglia di Sara a Chi l'ha Visto: «Forse è stata avvelenata»

Sara, 36 anni e madre di due bambine, respira male, rantola, non ha la forza di chiedere aiuto. Non ci sono dubbi dal filmato finito nelle mani degli inquirenti che stia per morire. A riprendere la sua agonia, come spiega Chi l'ha Visto?, è stato il marito. I fratelli di Sara lanciano un appello ai microfoni della trasmissione di Rai Tre affinché si scopra cosa è successo alla donna. La sua perdita ha causato anche la morte della madre, scomparsa quest'estate per il dolore.

Leggi anche > Daniele Potenzoni, lettera anonima a Chi l'ha Visto: «Si trova in monastero». E una suora aiuta a sperare

Chi l'ha Visto mostra solo un frame del video ritenendo opportuno non mandare in onda le immagini scioccanti. Nel servizio un cronometro segna la durata del filmato. L'uomo ha ripreso la moglie morente per per più di otto minuti e senza chiamare i soccorsi. Alla fine le ha misurato la pressione e ne ha constatato il decesso.


Sara apparteneva a una famiglia di imprenditori di alta sartoria. Nell'ultimo periodo era cambiata, aveva degli svenimenti e aveva contrasti con il marito. «Mio cognato era possessivo», spiega uno dei fratelli. La famiglia è venuta a conoscenza dell'esistenza di questo video settimane dopo la sua morte. «Lui si è giustificato dicendo che era stato il medico a dirgli di filmare la crisi per poter fare una diagnosi certa».

A rendere la storia ancora più agghiacciante è il parere dei consulenti di parte. Gli esperti incaricati dalla famiglia ipotizzano che una morte del genere sia causata da un avvelenamento da cianuro di potassio, uno dei veleni più pericolosi. «Noi chiediamo alla Procura di riesumare il corpo e di capire cosa è successo. A noi non ci serve un colpevole», è l'appello dei fratelli. 
Giovedì 10 Ottobre 2019, 11:23
© RIPRODUZIONE RISERVATA