Centaurus, l'Iss: primo caso di sotto-variante Covid registrato in Italia

Una sequenza riconducibile alla sotto-variante di Covid BA.2.75 (la cosiddetta 'Centaurus') è stata registrata anche in Italia

Covid, Iss: «Registrato in Italia il primo caso di variante Centaurus»

Una sequenza riconducibile alla sotto-variante di Covid BA.2.75 (la cosiddetta 'Centaurus') è stata registrata anche in Italia nel campionamento 11-17 luglio. Lo si legge nelle schede di aggiornamento epidemiologico e monitoraggio del rischio dell'Istituto Superiore di Sanità. Nel periodo 18-24 luglio BA.5 è stata presente nell'86% dei casi in Italia, seguita da BA.4 (11.6%), BA.2 (1.6%) e BA.1 (0.8%).

Calano i casi di Covid e l'indice di trasmissibilità che si attesta intorno alla parità (1,06) ma resta elevato il numero di morti: 244 nelle ultime 24 ore contro i 199 di ieri. Anche se nel riconteggio che arriva dalle regioni (Abruzzo, Campania, lazio e Sicilia) ci sono oltre 70 decessi riportati oggi ma avvenuti nei giorni precedenti che porterebbeo il numero delle vittime a circa 170. E spunta il primo caso anche nel nostro Paese della sotto-variante di Omicron BA.2.75 (la cosiddetta 'Centaurus'), registrata nel campionamento 11-17 luglio, secondo quanto si legge nelle schede dell'Istituto Superiore di Sanità (Iss).

Mentre il ministro della Salute Roberto Speranza annuncia 235 milioni di investimento per la diagnostica (come ecografie ed elettrocardiogramma) negli studi dei medici di famiglia.

Secondo il monitoraggio settimanale Iss-ministero della Salute, diminuiscono l'incidenza e l'indice Rt di trasmissibilità che però resta sopra la soglia epidemica, sono stabili le terapie intensive e scende l'occupazione nelle aree mediche. Nel dettaglio, l'incidenza settimanale a livello nazionale dei casi di Covid arriva a 727 casi ogni 100.000 abitanti (per la settimana 22/07/2022 -28/07/2022) rispetto ai 977 casi ogni 100.000 abitanti della settimana precedente. Sono inoltre due, Abruzzo e Marche, le regioni con un'incidenza che supera la soglia di 1000 casi ogni centomila abitanti, mentre l'Umbria ha la percentuale maggiore (44%) di occupazione dei reparti di area medica. Nelle ultime 24 ore secondo i dati del ministero della Salute, si registrano 54.088 nuovi contagi contro i 60.381 di ieri.

ISS, UN CASO DI BA.2.75 (CENTAURUS) REGISTRATO IN ITALIA

Il tasso di positività è al 19,2%, in calo rispetto al 20,3% di ieri. Nel periodo 6-19 luglio 2022, sempre secondo il monitoraggio settimanale Iss-ministero della Salute, l'Rt medio calcolato sui casi sintomatici è stato pari a 1,06, in diminuzione rispetto alla settimana precedente quando era 1,23 ma sempre sopra la soglia epidemica. Un valore simile, 1,07, era stato registrato lo scorso 24 giugno. Il tasso di occupazione di aree mediche e terapie intensive, sottolinea il direttore Prevenzione del ministero della Salute, Gianni Rezza, mostra una «sostanziale stabilizzazione» e «anche se resta relativamente elevata, vediamo una leggera tendenza alla diminuzione dell'incidenza».

Quindi l'invito alla prudenza e alla 4/a dose. Il tasso di occupazione delle intensive è stabile al 4,1% (rilevazione giornaliera ministero della Salute al 28 luglio), lo stesso del 21 luglio. Il tasso di occupazione in aree mediche a livello nazionale scende leggermente al 17% (dato al 28 luglio) rispetto al 17,1% del 21 luglio.

Se le terapie intensive sono stabili, per il matematico Giovanni Sebastiani, dell'istituto per le Applicazioni del Calcolo 'M.Piconè, del Cnr, è atteso a giorni il picco dei ricoveri e si osserva una iniziale fase di crescita degli ingressi giornalieri, sempre in intensiva. E in merito alle varianti, nel periodo 18-24 luglio BA.5 è stata presente nell'86% dei casi in Italia, seguita da BA.4 (11.6%), BA.2 (1.6%) e BA.1 (0.8%). Uno studio pubblicato su Nature, poi, indica che un paziente con Omicron su 4 resta contagioso almeno 8 giorni dall'esordio dei sintomi. Infine, sul fronte vaccini, il New York Times ha annunciato che l' amministrazione Biden pianifica di offrire la nuova versione dei vaccini mRna contro il covid di Pfizer e Moderna entro settembre. Obiettivo prevenire il contagio con la variante BA.5.


Ultimo aggiornamento: Venerdì 29 Luglio 2022, 20:07
© RIPRODUZIONE RISERVATA