Positiva al Covid, ma continua ad andare a lavorare in edicola: il sindaco pubblica la foto su Facebook

Covid a Castellammare di Stabia, edicolante positiva continua a lavorare in negozio: denunciata

Era risultata positiva al Covid, ma ha continuato ad andare tutti i giorni a lavorare nella sua edicola. È quanto accaduto a Castellammare di Stabia (Napoli) e scoperto nel corso dell’attività di controllo per le disposizioni anti-Covid dagli uomini della Polizia di Stato, coordinati dal primo dirigente Pietropaolo Auriemma, e gli agenti di polizia municipale, sotto la guida del comandante Antonio Vecchione. La donna è stata trovata a svolgere il suo lavoro normalmente, servendo i clienti dell'edicola di piazza Matteotti, nei pressi della stazione ferroviaria, nonostante fosse risultata positiva al coronavirus nei giorni precedenti. Le forze dell’ordine hanno provveduto pertanto a chiudere l’esercizio commerciale, facendo scattare la denuncia alla titolare del negozio per epidemia colposa.

 

Regioni in zona rossa, arancione e gialla: in sei cambiano colore dal 1 marzo

 

Dell'episodio ha dato notizia anche il sindaco di Castellammare, Gaetano Cimmino, che ha pubblicato su Facebook una foto dell'edicola per permettere a tutti coloro che l'avessero frequentata nei giorni precedenti alla chiusura di autodenunciarsi e mettersi in isolamento fiduciario o effettuare un tampone in via cautelativa. «Chi si macchia di gesti di leggerezza e superficialità mette a rischio la salute di centinaia di persone e non può passarla liscia», ha ribadito il primo cittadino.

 

La titolare dell'edicola, come riporta Fanpage, si sarebbe sottoposta a tampone in un laboratorio privato dopo essere venuta a conoscenza della positività di un parente. Sono in corso accertamenti per stabilire le modalità con cui il centro abbia comunicato l'esito per definire quali siano le responsabilità dell'edicolante. L'attività resterà chiusa fino al termine degli accertamenti. 


Ultimo aggiornamento: Sabato 27 Febbraio 2021, 09:46
© RIPRODUZIONE RISERVATA