CasaPound a Genova, scontri con gli autonomi: polizia carica e un cronista rimane coinvolto

Cinque feriti, due manifestanti, due agenti e un giornalista e due fermati negli scontri a Genova tra antagonisti e polizia per il comizio di CasaPound. A farne le spese anche Stefano Origone di Repubblica che stava seguendo il presidio antifascista. Il giornalista è stato caricato da un gruppo di agenti, manganellato e preso a calci. Il pes taggio interrotto dall'intervento di un ispettore della Questura di Genova che lo conosce personalmente. "Non smettevano più, ho creduto di morire", racconta Origone che in ospedale ha ricevuto la visita del Questore, che si è scusato per l'accaduto. Sulla vicenda è stata aperta un'inchiesta.
Venerdì 24 Maggio 2019, 10:42
© RIPRODUZIONE RISERVATA