Cardito, Bambino ucciso di botte dal patrigno, arrestata anche la mamma: «Ha provato a occultare le prove»

Video
La Polizia ha arrestato la 30enne Valentina Casa, madre di Giuseppe Dorice, il bambino di 8 anni ucciso a botte a Cardito (Napoli) dal patrigno Tony Essobti Badre - tuttora in carcere - nello scorso mese di gennaio.

Roma, bambino si sente male in auto e muore: il traffico sulla Colombo era paralizzato

Virus dell'herpes mortale: mamma Veronica Costantini uccisa a 32 anni



Al pestaggio, che aveva coinvolto anche la sorellina della vittima, rimasta fortunatamente solo ferita, aveva assistito anche la donna, che si era difesa dicendo di essere sotto shock durante il fatto, e di non essere riuscita a fare nulla. I poliziotti hanno eseguito un'ulteriore ordinanza a carico di Badre per il tentato omicidio della sorella del bimbo.

 
 

La donna, trentenne residente a Massa Lubrense, a quanto spiega la procura in una nota, è gravemente indiziata dei reati di omicidio aggravato dai futili motivi, dalla crudeltà e dall'abuso delle relazioni domestiche, nei confronti del figlio Giuseppe, di tentato omicidio aggravato dalle medesime circostanze nei confronti della figlia promogenita e di maltrattamento aggravato nei confronti dei tre figli.

Da quanto emerso durante gli accertamenti, la donna sarebbe rimasta inerte mentre il compagno, Essobti Badre Tony, colpiva con violenza i figli. Invece di provare a bloccare la furia omicida dell'uomo, la trentenne, secondo l'accusa, ha provato ad occultare le prove delle violenze perpetrate dal compagno nei confronti dei figli e, quando sono intervenuti gli investigatori, ha provato inizialmente a negare il coinvolgimento di Tony nelle violenze. Nel corso delle indagini, sono state raccolte le dichiarazioni dei vicini di casa degli indagati e delle insegnanti dei bambini, ed è emerso che i maltrattamenti nei confronti dei piccoli erano frequenti. Più volte sono state notate ecchimosi sul volto e sul corpo dei bimbi, che inoltre, secondo i testimoni, apparivano abbandonati a se stessi e poco curati.

Ultimo aggiornamento: Giovedì 11 Aprile 2019, 12:56
© RIPRODUZIONE RISERVATA