I cambiamenti climatici devastano l'Italia: a luglio 17 eventi estremi in varie Regioni. Ecco dove

Secondo Coldiretti ammontano a 6 miliardi di euro i danni provocati da bombe d'acqua, siccità, nubifragi

I cambiamenti climatici devastano l'Italia: a luglio 17 eventi estremi in varie Regioni. Ecco dove

Oltre alla siccità, nel mese di luglio si sono verificati 17 eventi estremi lungo tutto il paese. Da nord a sud, grandinate, nubifragi, trombe d'aria, bombe d'acqua e tempeste di vento, che non hanno fatto altro che aggravare i danni diffusi in agricoltura, provocati dalla mancanza di acqua. La siccità, secondo le stime di Coldiretti, avrebbe provocato danni per 6 miliardi di euro nel settore agricolo. L'ultima ondata di maltempo, inoltre, ha spaccato in due l'Italia, con 10 città da bollino rosso per il caldo e l'allerta maltempo in 4 città del nord.

Dramma della solitudine, mamma e figlio muoiono una dopo l'altro. Se ne accorge il nipote giorni dopo

«Siamo di fronte ad una evidente tendenza alla tropicalizzazione con una più elevata frequenza di manifestazioni violente, sfasamenti stagionali, precipitazioni brevi ed intense ed il rapido passaggio dal caldo al maltempo» scrive Coldiretti in una nota. Secondo Coldiretti oltre 7.200 comuni sono a rischio idrogeologico, il 91,3% del totale, perché il terreno non è in grado di assorbie l'acqua quando cade in modo violento, come dimostrano gli eventi atmosferici degli ultimi giorni.

Cade dalla minimoto in pista e viene travolto da un baby pilota: Mathis Bellon è morto a 9 anni dopo una settimana di agonia

E poi c'è un altro capitolo drammatico: gli incendi. Nel 2022, l'annus horribilis, si è verificato un aumento del +170% dei roghi spinti dal caldo bollente di luglio, con danni pesanti in primis all'ambiente, ma poi di conseguenza all'economia, al lavoro e al turismo.

Tra le manifestazioni meteo estreme, «la caduta della grandine nelle campagne è la più dannosa in questa fase stagionale per le perdite irreversibili che provoca alle coltivazioni proprio alla vigilia della raccolta, mandando in fumo un intero anno di lavoro. Un evento climatico avverso che si ripete sempre con maggiore frequenza ma a cambiare è anche la dimensione dei chicchi che risulta aumentata considerevolmente negli ultimi anni con la caduta di veri e propri blocchi di ghiaccio anche più grandi di una palla da tennis» sottolinea ancora Coldiretti.


Ultimo aggiornamento: Venerdì 29 Luglio 2022, 13:13
© RIPRODUZIONE RISERVATA