Cagnolino legato a un albero e ucciso, l'orrore a L'Aquila. Caccia al colpevole: l'Aidaa offre taglia da 5mila euro

Cagnolino legato a un albero e ucciso, l'orrore a L'Aquila. Caccia al colpevole: l'Aidaa offre taglia da 5mila euro

il sindaco: «Non avrei voluto pubblicare la foto del cagnolino, ma credo possa aiutare

Legato a un albero, ucciso e privato del suo microchip: è quanto successo ad un cagnolino, ritrovatovenerdì scorso dalla polizia locale di Luco dei Marsi (L'Aquila), paese di circa seimila abitanti a una decina di chilometri da Avezzano. Sulla vicenda è subito intervenuta l'Associazione italiana difesa animali ed ambiente (Aidaa) che ha istituito una ricompensa di 5 mila euro per chi, con la sua testimonianza, aiuterà ad individuare e fare condannare in via definitiva gli autori dell'uccisione.

 

Leggi anche - Incidente tra un'auto e un furgone, morta una ragazza di 15 anni. Gravissima la mamma

 

Dopo il ritrovo del corpo del cagnolino sono scattate subito le indagini. Anche il sindaco di Luco dei Marsi, Marivera De Rosa, è intervenuto scrivendo un post su Facebook e comunicando di aver presentato una denuncia sulla vicenda. » a individuarne il proprietario, o magari aiutare qualcuno a ricordare, nel caso, di averlo visto in qualche zona specifica» si legge.

 


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 27 Ottobre 2021, 08:23
© RIPRODUZIONE RISERVATA