Lanciano una bottiglia dall'auto contro una ragazza: è caccia ai responsabili del folle gesto

Lanciano una bottiglia dall'auto contro una ragazza: è caccia ai responsabili del folle gesto

A Loreto è caccia alla persona che ha lanciato una bottiglia del finestrino dell'auto, colpendo una ciclista finita in ospedale. Un gesto sconsiderato, volontario e molto pericoloso quello avvenuto martedì sera, intorno alle 20, sulle strade del comune marchigiano, nota meta di pellegrinaggio religioso, quando da una macchina nera, è stato abbassato il finestrino e tirata una bottiglia in vetro proprio in direzione della giovane donna che stava facendo ritorno a casa in sella alla sua bicicletta.

Minaccia i passanti con un coltello e grida Allah. L'uomo viene circondato e bloccato con il taser

 

Gesto pericoloso

Secondo l'articolo del Corriere Adriatico, la vettura di colore nero, secondo alcune testimonianze simile ad una Golf, intorno alle 20.10 stava transitando a metà del ponte sul fiume Musone, con a bordo alcuni ragazzi. «Le è venuto spontaneo pensare che a quella velocità il mezzo avrebbe potuto finire fuori strada ed investirla sul marciapiede» racconta il compagno della malcapitata, che purtroppo non è riuscita ad evitare il pericolo che aveva previsto.

«Un passeggero si è sporto dal finestrino e le ha tirato addosso la bottiglia che di striscio l’ha colpita sulla bocca e lo zigomo, e più violentemente sulla spalla» dice ancora il compagno della ragazza ricoverata all'ospedale di Civitanova, che gli ha raccontato come si sono svolti i fatti. La violenza del colpo ricevuto le ha provocato diversi traumi ed una prognosi iniziale di una settimana. Per fortuna «la radiografia ha escluso la presenza di fratture, tuttavia saranno necessari ulteriori controlli: si presuppone infatti siano stati danneggiati i tendini visto che non riesce più a muovere la spalla. Quel che ci rende allibiti è che c’era la consapevolezza di fare del male» spiega ancora il compagno della donna, sconvolto dall'insano gesto.

Papà cerca di salvare il figlio che vuole suicidarsi sotto al treno, entrambi travolti e uccisi dal convoglio

 

L'indagine in cerca del colpevole

Nel frattempo prosegue l'indagine dei carabinieri di Loreto che hanno recuperato la bottiglia in vetro che ha colpito la ragazza, che ha sporto denuncia; gli inquirenti stanno controllando i filmati delle varie telecamere di sicurezza presenti nell'area dell'incidente alla ricerca dell'auto e delle persone a bordo. «Sono atti non solo da condannare ma da reprimere con la giusta durezza» ha affermato il sindaco Moreno Pieroni che chiede agli autori del folle gesto di «farsi avanti, chiedere scusa ed assumersi le proprie responsabilità, prima di essere rintracciati». 


Ultimo aggiornamento: Venerdì 19 Agosto 2022, 19:47
© RIPRODUZIONE RISERVATA