Il Bonus 200 euro si allarga anche ai collaboratori domestici: nella prima stesura erano rimasti fuori
di Ida Di Grazia

Il Bonus 200 euro si allarga anche ai collaboratori domestici: nella prima stesura erano rimasti fuori

Importanti modifiche apportate al Decreto Aiuti stabilite nella nuova riunione del Consiglio dei Ministri di giovedì 5 maggio. Non cambia la distribuzione dei 14 miliardi stanziati per sostenere famiglie e aziende alle prese con i contraccolpi della guerra in Ucraina, ma cambiano alcune misure chiave come il bonus da 200 euro per lavoratori, pensionati e disoccupati che ora si allarga anche a chi percepisce il reddito di cittadinanza, ai lavoratori stagionali, agli autonomi e ai collaboratori domestici, esclusi nella prima stesura

Leggi anche > Bonus di 200 euro in arrivo a luglio: dai lavoratori ai pensionati, ecco chi lo riceverà

Le modifiche al Decreto Aiuti stabilite nella riunione del Consiglio dei Ministri di giovedì 5 maggio, introducono un’importante novità anche per il settore del lavoro domestico, prevedendo l’estensione del bonus di 200 euro anche ai collaboratori domestici, quale aiuto a lavoratori e pensionati contro l’inflazione.  


«Il fatto che il provvedimento sia tornato sul tavolo del Consiglio dei Ministri e siano state apportate queste modifiche significative anche per il lavoro domestico è un ottimo segnale – ha commentato il Vice Presidente di Nuova Collaborazione (Associazione Nazionale datori di lavoro domestico firmataria del CCNL di settore), Filippo Breccia Fratadocchi – La decisione presa dal Governo, che estende anche a colf badanti e baby-sitter il bonus una tantum di 200 euro, rappresenta un ulteriore passo in avanti verso l’emersione del lavoro nero, a tutela dei lavoratori e dei datori di lavoro stessi: senza regolare contratto non si accede al bonus. Le Istituzioni finalmente dimostrano maggiore sensibilità nei confronti del settore lavoro domestico, un settore che in passato spesso è stato dimenticato nonostante l’importanza dei numeri, circa 2 milioni di rapporti di lavoro tra regolari e sommerso». 

 

 


Ultimo aggiornamento: Venerdì 6 Maggio 2022, 13:51
© RIPRODUZIONE RISERVATA