Multe e guai per pizzerie famose di Roma, Napoli e Caserta: «Fingevano di usare prodotti Dop»

Multe e guai per pizzerie famose di Roma, Napoli e Caserta: «Fingevano di usare prodotti Dop»

Nel menù sostenevano di utilizzare prodotti Dop, ma in realtà non era vero. E' l'accusa nei confronti di 13 titolari di note pizzerie gourmet, che sono stati oggetto di sanzioni per 12mila euro a seguito dell'operazione denominata 'Margherita Due'. Nei menù le pizzerie sottolineavano l'impiego di prodotti Dop ma nella preparazione delle varie tipologie di pizze venivano utilizzati in realtà prodotti non iscritti al circuito tutelato.

 

Il blitz è dei carabinieri per la Tutela Agroalimentare che hanno eseguito sul territorio nazionale una serie di controlli in note pizzerie 'a grande firma', attrattive di grande pubblico, con pizzaioli di una certa fama tra Roma, Caserta e Napoli. Inoltre sono state accertate irregolarità sulla rintracciabilità, che hanno portato al sequestro di 23 kg di prodotti agroalimentari vari e ad elevare sanzioni per diverse migliaia di euro. Un titolare è stato anche denunciato per commercio di sostanze alimentari nocive, avendo utilizzato alimenti scaduti. 


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 17 Novembre 2021, 15:32
© RIPRODUZIONE RISERVATA