BlackFriday, il marchio italiano che non offre gli sconti: «Ecco perché»

BlackFriday, il marchio italiano che non offre gli sconti: «Ecco perché»

Il BlackFriday è alle porte e ci sono brand che hanno scelto di non aderire. Pienosole, il marchio italiano di accessori da uomo, sta portando avanti una campagna in cui spiega il perché non offrirà sconti in occasione del BlackFriday questo venerdì. Il manifesto su sfondo giallo, il colore dominante di Pienosole,  è apparso sui canali social dell'azienda e include tutte le ragioni che hanno portato a questa decisione.

 

Leggi anche > Supermercato, qual è il momento migliore per fare la spesa e rispettare le distanze

 

Archiviata la polemica e la richiesta di un rinvio del BlackFriday, molti negozi tenteranno di dare una spinta agli acquisti e ai consumi proponendo prezzi vantaggiosi. Ai tempi della pandemia e con la chiusura di molte attività, era stato chiesto di posticipare l'iniziativa per «evitare che ne approfittasse sempre e solo il solito Amazon». La richiesta non è stata soddisfatta e il Blackfriday sarà questo venerdì 27 novembre come previsto. 

In questo contesto Pienosole, noto per la produzione di bracciali, ambisce a distinguersi puntando sulla qualità, la sostenibilità e la riconoscibilità del marchio. «Pienosole - si legge sui social - non offre sconti per il BlackFriday e vi diremo perché. Chi ci conosce sa che Pienosole è nato da un'idea: la bellezza di fissare limiti. Ci siamo fissati dei limiti scegliendo di produrre meno, un unico articolo, nel migliore dei modi e con il minimo impatto sull'ambiente, affidandoci rigorosamente ai fornitori italiani in grado di garantire i più alti standard di qualità e sostenibilità».


«Produrre meno - continua il post - non significa solo selezionare con attenzione cosa fare e portare sul mercato, ma anche vendere solo a chi vuole veramente i nostri prodotti, evitando politiche aggressive sui prezzi che gonfiano volume e svalutano gli articoli. Produrre nel migliore dei modi, invece, significa scommettere sulla qualità, cioè creare valore per tutti e distribuirla in maniera equa: tra i nostri clienti, tutti gli artigiani e i fornitori coinvolti e noi stessi come investitori nel progetto».


Poi il riferimento al proposito ecologista: «Infine, produrre con il minimo impatto sull'ambiente significa rispettare il pianeta su cui viviamo, il più prezioso di tutte le cose a nostra disposizione. Impegni come questi hanno un costo, che a sua volta si riflette nel prezzo. E il prezzo di un prodotto è anche il risultato di scelte legate all'etica del lavoro: non si può spremere senza conseguenze. In generale non ci opponiamo agli sconti. Abbiamo fatto e continueremo a fare offerte speciali. Ma il #BlackFriday non è più un giorno di sconti, è diventato un periodo molto più lungo di taglio marcato che riduce il valore percepito dei prodotti e modifica i saldi alla base del processo di acquisto. La scelta è tua!» 


Ultimo aggiornamento: Martedì 24 Novembre 2020, 17:15
© RIPRODUZIONE RISERVATA