Bimbi maltrattati all'asilo, la bidella licenziata dopo aver denunciato: «Lanciavano i piccoli come sacchi»

PIACENZA - Rosanna De Simone, ex bidella licenziata per aver denunciato i maltrattamenti ai bambini di un asilo a Piacenza, ha parlato oggi a Pomeriggio 5: «Sono stata assunta in quella cooperativa nel 2011 e già dal primo anno ho notato qualcosa che non andava. Ho segnalato subito ai responsabili e alle coordinatrici. Se i bimbi facevano cadere i bicchieri, venivano loro dati in testa. Se facevano cadere il piatto, venivano mandati a letto a digiuno. Ho visto maltrattamenti, spintoni, bambini buttati sui lettini come sacchi. Mezz'ora chiusi nel bagno. E quando segnalavo, mi chiudevano in ufficio e mi dicevano che quelle cose non dovevano uscire da quella struttura. Non ne potevo più. Ancora oggi non riesco a dormire».

Bimbi maltrattati all'asilo, la bidella Rosanna denuncia: licenziata

L'ex bidella Rosanna continua il racconto choc: «Dopo le segnalazioni andate a vuoto, sono andata dai carabinieri che hanno messo le telecamere. E dopo neanche due mesi sono state arrestate due maestre». 

E prosegue: «Dopo l'arresto delle due insegnanti, hanno fatto un cambio di personale. A tutti hanno dato un trasferimento vicino casa, a me fuori Piacenza a 50 minuti da casa, in una struttura per anziani. E non sono neanche automunita. Dopo i fatti dell'asilo, sono caduta in depressione. Mi è stata riscontrata una malattia professionale e mi hanno licenziato per aver superato il termine di malattia di quattro giorni».


 
Martedì 24 Aprile 2018, 20:02
© RIPRODUZIONE RISERVATA