Uomo trovato morto in casa con il suo cagnolino: ipotesi avvelenamento

Biella, uomo trovato morto in casa con il suo cagnolino: ipotesi avvelenamento

È mistero nel Biellese per la morte di un uomo, Mauro Tamagno di 66 anni, e del suo inseparabile cagnolino. Trovati nell'abitazione in cui vivevano a Magnano, in forte stato di degrado, sarà l'autopsia a stabilire se sia stata una morte per cause naturali, come ipotizzato in un primo momento, o se si tratti di avvelenamento. Secondo quanto riportato sulle pagine locali di alcuni quotidiani il corpo del 66enne non presenta segni evidenti di violenza ma qualcosa - su cui al momento gli inquirenti mantengono il più stretto riserbo - che farebbe ipotizzare appunto l'avvelenamento.

Il cadavere dell'uomo e dell'animale sono stati trovati giovedì dai carabinieri, coordinati dal procuratore Teresa Angela Camelio. A dare l'allarme alcuni vicini, preoccupati perché la porta d'ingresso era socchiusa, ma all'interno non rispondeva nessuno. Sarà l'autopsia a stabilire le cause esatte del decesso, per il quale al momento gli investigatori dell'Arma non escludono nessuna ipotesi, neppure il suicidio, anche se non sono stati trovati biglietti d'addio né tracce del veleno.
Ultimo aggiornamento: Domenica 9 Agosto 2020, 12:47
© RIPRODUZIONE RISERVATA