Ciro Grillo accusato di stupro, perquisita la villa al mare di Bibbona

Beppe Grillo, il figlio Ciro accusato di stupro: perquisita la villa al mare di Bibbona

Ultimi aggiornamenti sull'accusa di stupro da parte di una modella 19enne a Ciro Grillo, figlio di Beppe, e tre amici. Come riporta La Stampa, la villa del comico a Marina di Bibbona, in Toscana, è stata perquisita per far luce sulla vicenda.

Leggi anche >  «Aiuto mia moglie sta male», si ferma per aiutare un uomo in strada: lui la rapina e violenta per ore

I carabinieri di Milano hanno perquisito Villa Corallina, rifugio estivo di Beppe Grillo e spesso sede degli incontri del Movimento 5 Stelle, lo scorso 29 agosto. Qui si trovava Ciro Grillo quando gli è stato notificato il decreto, mentre gli amici Edoardo Capitta, Francesco Corsiglia e Vittorio Lauria erano a Genova. La versione rilasciata dalla 19enne è la seguente: i quattro ragazzi, dopo una serata al Billionaire, avrebbero insistito per portare lei e una sua amica nella villa di Bibbona, per una spaghettata notturna. Poi, uno di loro l'avrebbe bloccata, aggredita e violentata. E anche gli altri avrebbero fatto lo stesso. 

Le prove si cercano anche nel cellulare di Ciro Grillo: secondo la difesa, il rapporto sessuale di gruppo con la giovane che ha denunciato la violenza sessuale sarebbe stato consenziente, e ci sarebbe un video a provarlo. Per recuperarlo, le forze dell'ordine dovranno fare ricorso a Ufed, un programma informatico in grado di estrarre i dati cancellati dai telefoni cellulari. 
Lunedì 9 Settembre 2019, 10:29
© RIPRODUZIONE RISERVATA