Benetton rugby, il compagno di squadra fa la chemio: il team si rasa a zero per lui

di Luca Calboni
Un compagno di squadra sta affrontando la chemioterapia, e tutta la squadra si taglia i capelli per lui, per tifare nella sua battaglia più importante. Il gran cuore è degli atleti del Benetton Rugby di Treviso, che hanno deciso di "raparsi a zero" per sostenere il loro compagno di squadra originario del Tonga, Nasi Manu.

«Il cancro mi ha mangiato l'occhio, poi sono arrivati 5 tumori al cervello ma sono sopravvissuta»

La terza ala tongana infatti sta sostenendo il secondo ciclo di chemioterapia per cercare di sconfiggere un tumore dell'apparato uro-genitale, e la squadra ha deciso spontaneamente di unirsi a lui in questa battaglia mostrando il grande cuore che lo sport da sempre ha: primo fra tutti, il gigante tallonatore biancoverde Hame Faiva. Il neozelandese, 181 centimetri di altezza per 108 chili di peso, ha deciso per primo di dire addio ai capelli per spronare il suo amico e compagno di squadra alla partita più dura contro la malattia.

Chemio senza perdita dei capelli grazie a un caschetto: l'invenzione italiana​
 

Sono stati tanti i compagni del Benetton Rugby che si sono uniti in questo gesto simbolico. Tutti: tanto che nella partita del prossimo 8 dicembre, la formazione biancoverde ha deciso che scenderà in campo completamente rasata a zero. La decisione unanime si è presa pochi giorni fa, quando la formazione di Kieran Crowley si è ritrovata al completo dopo la pausa delle Nazionali. E quindi anche il pilone Alberto De Marchi, il trequarti Tommaso Iannone e gli altri atleti hanno deciso per la "boccia". Un gesto che davvero vale più di mille parole, in uno sport da sempre nobile come il rugby.

Ultimo aggiornamento: 13:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA