Il dramma di Giorgia, tamponata in bici da una vicina di casa e morta a 18 anni
di Alessia Strinati

Giorgia Soriano, tamponata da una vicina di casa muore a 18 anni. L'appello al sindaco: «Basta tragedie in strada»

Non ce l'ha fatta Giorgia Soriano, la ragazza di 18 anni barese tamponata dalla vicina di casa mentre stava in bicicletta. Per l'adolescente è stata dichiarata la morte cerebrale dopo che era caduta a terra battendo la testa. A urtare la sua bici era stata una vicina di casa di 29 anni.

Ciclista investito e ucciso. Caccia al pirata della strada: «Trascinato dall'auto a folle velocità»
Esodo, viabilità: la situazione in diretta sulle autostrade. Rallentamenti su A1 e A14 verso Sud



Da subito le condizioni di Giorgia sono apparse molto gravi, dopo essere stata ricoverata ha trascorso due giorni in agonia fino a quando non è morta. I genitori, pur disperati dalla perdita, hanno  autorizzato l'espianto degli organi, ma dal quartiere dove viveva la ragazza viene lanciato un appello, affinchè si tuteli maggiormente la sicurezza dei pedoni e dei ciclisti.

Secondo la ricostruzione della polizia la bici e l'auto transitavano nella stessa direzione in via Speranza, strada che collega internamente Santo Spirito a Palese, per cause ancora da accertare la vettura avrebbe tamponato la bici facedo cadere a terra la 18enne che ha sbattuto la testa nell'impatto. Una mamma del quartiere ha poi voluto lanciare un appello al sindaco, rivolgendosi a lui tramite Facebook e chiedendogli provvedimenti per dissuadere gli automobilisti dal correre troppo per far sì che simili tragedie non si verifichino più.
Domenica 11 Agosto 2019, 13:52
© RIPRODUZIONE RISERVATA