Padre soffoca i due figli gemelli e si uccide: non accettava la separazione della moglie

Padre soffoca i due figli gemelli e si uccide: non accettava la separazione della moglie

Era da circa una settimana in vacanza a Margno (Lecco) Mario Bressi, il 45enne che la scorsa notte ha ucciso i figli gemelli di 12 anni e poi si è suicidato. È quanto risulta dai primi accertamenti dei carabinieri di Lecco, che indagano sulla vicenda coordinati dal pm Andrea Figoni e dal procuratore capo Antonio Chiappani. Gli inquirenti stanno cercando di ricostruire le ultime ore del padre per capire che cosa abbia scatenato la tragedia.

Leggi anche > Bambini uccisi dal padre, si indaga su premeditazione omicidio-suicidio. L'uomo non accettava la separazione della moglie

I primi accertamenti confermano che tra l'uomo e la moglie ci fossero dei problemi, tant'è che lei si era rivolta a un legale, anche se la pratica per la separazione non era ancora stata avviata. Si indaga anche per stabilire se l'omicidio dei due dodicenni sia stato premeditato o se il padre sia stato colto da un raptus e se questo sia stato causato da una discussione al telefono con la moglie.

Sarà l'autopsia a stabilire le cause esatte del decesso dei bambini; la ragazzina, sempre secondo i primi accertamenti, sarebbe stata strangolata, il fratellino soffocato. Gli esami tossicologici, disposti in sede autoptica, dovranno inoltre stabilire se prima di essere uccisi siano stati sedati. 


Ultimo aggiornamento: Sabato 27 Giugno 2020, 18:47
© RIPRODUZIONE RISERVATA