Estate 2020, i bagnini non potranno effettuare la respirazione bocca a bocca a chi è in pericolo

Vietato annegare. Questo è l'imperativo per il 2020 visto che i bagnini sulle spiagge non potranno effettuare la respirazione bocca a bocca. In base alle normative e alle restrizioni dovute all'emergenza coronavirus sembra sarà decisamente difficile soccorrere qualcuno che avrà bisogno in mare.

Leggi anche > Parrucchieri, barbieri e centri estetici: le linee guide dell'Inail per la riapertura. Orari prolungati, mascherine e prenotazione TUTTE LE MISURE

Ovviamente i bagnini non potranno usare mascherine o tute di sicurezza per fare salvataggi, potranno soccorrere il malcapitato, portarlo a riva e non effettuare la respirazione bocca a bocca per il rischio di eventuali contagi. La disposizione spiega che il soccorritore dovrà "valutare il respiro soltanto guardando il torace della vittima alla ricerca dell’attività respiratoria normale, ma senza avvicinare il proprio volto a quello della persona da soccorrere".

La disposizione ha destato certo qualche perplessità e fatto discutere, visto che soccorrere in un ambiente in cui non ci si potrà proteggere con gli adeguati dispositivi persone in difficoltà sarà difficile, ma soprattutto, a quanto pare, vietato. Sembra, quindi, che per l'estate 2020 sarà vietato annegare. 
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 13 Maggio 2020, 17:09
© RIPRODUZIONE RISERVATA