Contromano per 12 km in A4: terrore in autostrada. La tragedia evitata dalla safety car

Contromano per 12 km in A4: terrore in autostrada. La tragedia evitata dalla safety car

di Redazione Web

Ha percorso contromano quasi 12 km d’autostrada, dalla barriera di Villabona a Mestre fino a Dolo, all’area di servizio di Arino Est. Fortunatamente il pronto intervento degli ausiliari di Cav e della Polizia Stradale, con la procedure d’emergenza ha evitato incidenti.

L’episodio si è verificato intorno alla mezzanotte di domenica, tra la A57 e la A4: le prime segnalazioni da parte della Polizia stradale indicavano la presenza di un veicolo contromano sulla corsia di sorpasso lungo la carreggiata est (direzione Trieste) della A57 e hanno permesso al Centro Operativo di CAV di attivare subito la procedura di intervento in emergenza.

Il modello di gestione dei veicoli contromano è stato elaborato dalla Direzione di Esercizio di Concessioni Autostradali Venete e approvato dalla Direzione Generale per la Sicurezza Stradale del MIMS, che ne ha rilevato la validità sotto ogni aspetto, autorizzandone ufficialmente l’utilizzo: prevede di attivare comunicazioni rapide all’utenza e realizzare nel minor tempo possibile interventi efficaci e sicuri sul traffico per prevenire possibili collisioni tra i veicoli che procedono regolarmente e quello contromano.

Anche in questo caso, la procedura ha previsto l’immediata segnalazione del pericolo agli automobilisti in transito attraverso i pannelli a messaggio variabile, su cui è stata esposta fin dai primi istanti l’indicazione di mantenere libera la corsia di sinistra (quella presumibilmente utilizzata dall’automobilista disorientato) e contemporaneamente l’uscita obbligatoria al primo casello utile, in modo da ridurre i veicoli in carreggiata e dunque i rischi di collisione.

Nel frattempo, sulle tracce del veicolo contromano si erano portati in pochi minuti i mezzi degli Ausiliari della Viabilità di CAV per rallentare il traffico, “scortare” i mezzi in carreggiata e segnalare con i dispositivi di bordo il pericolo ai veicoli in avvicinamento. Uno di loro, in particolare, ha intercettato l’auto contromano, affiancandola dalla carreggiata opposta e segnalando l’errore al conducente, il quale, poco dopo, ha abbandonato la carreggiata, entrando nell’area di servizio di Arino Est dove è stato raggiunto dagli agenti della Polizia Stradale.

Nei filmati delle telecamere si è potuto accertare il punto in cui il conducente ha effettuato, una volta arrivato alla barriera di Venezia Mestre, un’inversione di marcia nel piazzale di stazione, percorrendo da quel momento la carreggiata est in senso contrario. L’intervento è stato gestito in stretto collegamento tra CAV e la Polizia Stradale di Venezia, in servizio di pattugliamento del tratto interessato.


Ultimo aggiornamento: Lunedì 15 Novembre 2021, 14:49
© RIPRODUZIONE RISERVATA